/ Attualità

Attualità | 26 maggio 2020, 17:02

Il covid non ferma Biud10: donati due carrelli Broselow agli ospedali di Vercelli e Borgosesia

L'associazione, che durante l'emergenza è già intervenuta a sostegno di Asl e bambini, prosegue nell'impegno per ristrutturare un'ala pediatrica del Sant'Andrea

Il covid non ferma Biud10: donati due carrelli Broselow agli ospedali di Vercelli e Borgosesia

Covid 19 e lockdown fermano gli eventi, ma non l'impegno di Biud10 verso le realtà del territorio "adottate" da questo instancabile gruppo di amici e sostenitori.

Così, nonostante sia al momento impossibile organizzare il tradizionale appuntamento con il torneo di tennis e padel dedicato ad Andrea Bodo (sarebbe stata l'11° edizione), il gruppo ha portato avanti in questo periodo alcune iniziative di solidarietà.
"Dopo aver donato, a inizio emergenza, un contributo di 10.000 euro all’Asl di Vercelli utilizzato per l’acquisto di un ventilatore polmonare portatile e aver finanziato l’acquisto di 10 tablet per la didattica online partecipando con 1300 euro alla bellissima iniziativa di Faccine Sorridenti è giunto il momento di finalizzare il progetto Biud10 per il 2020 - spiegano dall'associazione -. Questo nuovo progetto ci vede impegnati su due fronti: acquisto di due carrelli di Broselow per il completamento delle postazioni di Emergenze-Urgenze Pediatriche nel Pronto Soccorso; e la ristrutturazione di una parte del reparto di Pediatria dell’ospedale di Vercelli per donare una nuova ala ambulatoriale pediatrica composta da 4 locali completamente dedicata ad Andrea".

Lunedì la prima parte del progetto è stata completata, consegnando due carrelli di emergenza pediatrica Broselow destinati rispettivamente al pronto soccorso di Vercelli e a quello di Borgosesia.
Con il sistema Broselow, il carrello è suddiviso in cassetti ciascuno dei quali ha un codice colore corrispondente a uno dei diversi intervalli di statura e d’età del bambino. Ciascun cassetto, contiene tutto il materiale necessario per la rianimazione di un paziente compreso in quel range di statura ed età, inclusi i farmaci già predosati.

"Per quanto riguarda la seconda parte del nostro progetto, ovvero la realizzazione dei nuovi ambulatori del reparto di pediatria, abbiamo già ordinato e ricevuto tutti i materiali - spiegano da Biud10 - Resta solo un ultimo passo: effettuare qualche lavoro di muratura e la messa in posa. In accordo con l’ufficio tecnico dell’ospedale e con l’equipe medica di pediatria, si procederà con i lavori preventivati non appena sarà terminata l’emergenza e sarà possibile riprendere le normali attività".

Intanto, visto che le tradizionali attività di raccolta fondi sono bloccate, Biud10 ricorda che, quest'anno più che mai, è importante sostenere l'attività con il 5x1000. "Un semplice gesto che non costa nulla. Al momento della vostra dichiarazione dei redditi, indicate il nostro codice fiscale: 94032210026".

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore