/ Notizie dal Piemonte

Notizie dal Piemonte | 25 maggio 2020, 19:52

Assembramenti: le frecce tricolori lasciano una scia di polemiche

Al passaggio degli aerei migliaia di torinesi ai Cappuccini e Gran Madre: nessun controllo da parte dei Civich. Appendino: "Porterò questione al Tavolo Sicurezza". Lo Russo (Pd):"Sindaca ha sottovalutato il problema". Duro anche il Governatore: "Certe immagini non sono accettabili"

Assembramenti: le frecce tricolori lasciano una scia di polemiche

Assembramento tricolore. Si potrebbe parafrasare così la grandissima folla che dal Monte dei Cappuccini alla Gran Madre ha assistito il passaggio delle Frecce. Come nel peggior orario di movida, sotto un sole cocente, migliaia di torinesi hanno aspettato che gli aerei sfrecciassero sopra le loro teste, infrangendo anche il più semplice regolamento basato sul distanziamento sociale.

Le fotografia della scalinata della Gran Madre strapiena e dei monte dei Cappuccini stipato all’inverosimile sono un paradosso. Dopo un fine settimana passato a controllare e a firmare ordinanze, nessuno pare aver pensato che l’emozionante passaggio delle Frecce Tricolori potesse portare tanta gente in strada. E così è stato.

CLICCA QUI PER IL VIDEO

Al monte dei Cappuccini, punto più alto e perfetto per vedere la scia lasciata dagli aerei avvolgere la Mole, molti torinesi si sono ritrovati all’ora di pranzo. Sotto il sole cocente. Di controlli? Nemmeno l’ombra. Dalle 13 sino a spettacolo concluso, quindi oltre le 15:30, nessun vigile ha fatto capolino. Eppure, sottolinea qualcuno, non era difficile immaginare una simile folla.

Le persone, in alcuni momenti, erano talmente ammassate tanto da litigare tra di loro per un posto migliore. Non sono mancati i commenti stupiti di chi, collegato a una diretta o rimasto a casa sul proprio balcone, si è indignato per il comportamento dei concittadini e per l’assenza totale di un presidio delle forze dell’ordine. Se è vero che le Frecce Tricolore hanno incantato migliaia di torinesi, è altrettanto vero che gli assembramenti al Monte dei Cappuccini e in piazza rappresentano un brutto autogol. Probabilmente evitabile.

Critica sugli assembramenti la sindaca Chiara Appendino che, postando una foto della Gran Madre stracolma di gente, ha annunciato di voler portare la situazione al Tavolo di Pubblica Sicurezza. Parole di condanna, che potevano però essere accompagnate da un'azione preventiva di contenimento della folla, considerato che la prima cittadina ha la delega alla Sicurezza e Polizia Municipale e il passaggio della PAN è stato annunciato diversi giorni fa.

Un giudizio condiviso anche dal capogruppo del Pd Stefano Lo Russo, che commenta:"Ricordiamo alla Sindaca che tra le Istituzioni che non hanno funzionato probabilmente c'è il Comune, che lei guida e rappresenta". "Magari invece che una critica ad altri stavolta servirebbe un'autocritica per l'ennesima sottovalutazione di un problema che non era proprio impossibile da prevedere", conclude l'esponente dem.

Nel corso del pomeriggio è arrivato anche l'intervento del presidente della Regione Alberto Cirio: “Ho assistito al passaggio delle Frecce Tricolore dal Palazzo della Regione, in una Piazza Castello ordinata e composta ad attendere il loro volo. Spiace e preoccupa che in altre piazze di Torino non sia stato altrettanto", ha sottolineato il Governatore.

"Ho già parlato al Prefetto Palomba per concordare una azione mirata, perché immagini come quelle del weekend e di oggi non sono accettabili, dopo mesi di sacrificio da parte di tutti che ora rischia di essere vanificato da comportamenti irresponsabili”, ha concluso Cirio.

dal nostro corrispondente a Torino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore