/ Scuola

Scuola | 22 maggio 2020, 15:33

Oggi la Giornata mondiale della Biodiversità. Il bellissimo video di Arpa Piemonte

Quest’anno, in piena emergenza COVID, l’intervento previsto con le scuole di Rovasenda e Lenta nella Baraggia vercellese è stato rimandato ad altra data

Oggi la Giornata mondiale della Biodiversità. Il bellissimo video di Arpa Piemonte

In occasione della giornata mondiale della biodiversità Arpa Piemonte, in collaborazione con gli Enti di gestione delle aree protette regionali e del Dipartimento di scienze della vita e biologia dei sistemi dell’Università di Torino, da alcuni anni offre agli studenti di alcune scuole primarie della regione una giornata di visita in campo alla scoperta di habitat significativi e di osservazioni naturalistiche guidata dai suoi tecnici e da specialisti nelle varie discipline biologiche. L’evento viene preceduto da interventi in classe per delineare un vero e proprio percorso di acquisizione di consapevolezze e concetti ecologici da parte degli studenti.

Quest’anno, in piena emergenza COVID, l’intervento previsto con le scuole di Rovasenda e Lenta nella Baraggia vercellese è stato rimandato ad altra data. Per celebrare comunque l’evento e concludere il percorso didattico verrà effettuata una visita virtuale tramite registrazione delle guide ed esperti che condurranno gli studenti a conoscere gli aspetti di biodiversità del territorio. Contemporaneamente viene messo a disposizione il video A scuola di biodiversità sull’esperienza condotta nel 2019 nel sito di interesse comunitario alla confluenza tra il Po e la Dora Baltea, con le scuole elementari di Crescentino, Cavagnolo e Brusasco (TO). Il video, oltre ad essere concepito come strumento didattico, restituisce e racconta la profonda esperienza emotiva che gli studenti provano nell’avvicinarsi ad ambienti di grande naturalità che stimola in loro il desiderio di una conoscenza diretta.

Quest’anno il profilo della biodiversità che viene esplorato è profondamente legato al paesaggio agrario, in quanto il territorio della Baraggia vercellese è anche nei suoi eccezionali habitat naturali, le lande secche delle brughiere e i relitti della foresta planiziale, erede di storiche tradizioni silvo-pastorali, mentre gli habitat coltivati circostanti sono connotati da distese di risaie che, grazie anche ad una serie di nuovi risicoltori che puntano sui metodi biologici e sul connubio con la biodiversità, mantengono ancora sia varietà antiche di riso (anch’esse parti della biodiversità) che specie spontanee legate all’ambiente agricolo e sempre più rare come la farfalla Licena delle Paludi o la felce acquatica Isoetes malinverniana, le cui ultime popolazioni sul pianeta vivono nei canali irrigui tra Lenta e Rovasenda, motivo sufficiente per ospitare la celebrazione di questo evento mondiale.

La Baraggia di Rovasenda e Lenta è uno dei paesaggi rurali storici piemontesi di interesse nazionale catalogati dal Ministero dell’agricoltura e foreste proprio per le caratteristiche uniche della sua biodiversità e Arpa Piemonte, per conto dell’ente pubblico ISMEA, sta sensibilizzando le aziende agricole e la cittadinanza per il mantenimento dei servizi eco sistemici che i paesaggi ben conservati offrono, anche attraverso una mappatura degli elementi di interesse naturalistico disponibile sull’applicativo Google Map. 

dal nostro corrispondente a Biella

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore