/ Cronaca

Cronaca | 22 maggio 2020, 14:37

"Signora, sanifichiamo l'acqua": ma è una truffa. Anziana derubata in casa

Attenzione ai malintenzionati: l'ultimo colpo è avvenuto a Costanzana

"Signora, sanifichiamo l'acqua": ma è una truffa. Anziana derubata in casa

"Passiamo a sanificarle l'acqua: è un lavoro rapido, adesso lo facciamo e tra poco torniamo a controllare". Usano il coronavirus come scusa per mettere a segno l'ennesima truffa ai danni di un'anziana.

E' successo a Costanzana, nei giorni scorsi e, come racconta in un post la sindaca Raffaella Oppezzo, la vittima è un'anziana signora residente in paese, finita nella rete di due uomini, vestiti da operai, muniti di mascherina, che hanno dichiarato di essere addetti alla sanificazione dell’acqua.

La signora si è fidata, facendoli entrare in casa e i due, secondo un copione purtroppo noto, hanno chiesto alla donna di deporre il portafoglio nel frigorifero per sicurezza. L'anziana si è fidata e ha seguito le istruzioni, lasciando poi i due a lavorare. Poco dopo i falsi tecnici hanno comunicato di aver ultimato gli interventi e si sono congedati, dicendo che sarebbero ripassati poco dopo per controllare che tutto fosse a posto. Quando la donna è andata al frigorifero, per prendere il portafoglio, non ha trovato nulla, ma ormai i due si erano dileguati.

All'anziana non è rimasto altro da fare che lanciare l'allarme che, anche attraverso i social, è stato condiviso dagli amministratori locali di tutti i centri della Bassa. L'invito è sempre lo stesso: non fate entrare nessuno e, in caso di sospetti, chiamate subito le forze dell'ordine.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore