/ Cronaca

Cronaca | 22 maggio 2020, 20:28

'Ndrangheta, rinviato a giudizio l'ex assessore regionale Roberto Rosso

Disposta una perizia sulle condizioni di salute del politico vercellese in carcere dallo scorso dicembre

'Ndrangheta, rinviato a giudizio l'ex assessore regionale Roberto Rosso

E' stato rinviato a giudizio Roberto Rosso, l'ex assessore regionale di Fdi, in carcere dallo scorso 20 dicembre con l'accusa di voto di scambio politico-mafioso: lo ha stabilito il gup Elena Rocci al termine della lunga udienza preliminare che si era aperta in settimana.

Oltre a Rosso sono stati rinviati a giudizio altri dieci imputati cionvolti nell'inchiesta Fenice sulla presenza della 'ndrangheta nel Nord-Ovest: tre di loro (Onofrio Garcea, Raffaele Serratore e Francesco Viterbo) hanno chiesto il rito abbreviato; gli altri, compreso Rosso che ha sempre rigettato ogni accusa, andranno invece a dibattimento.

La prima udienza del processo è stata fissata per il prossimo 9 luglio ad Asti. Con ogni probabilità sarà riunito a un altro procedimento, Carminius, già in corso nella città piemontese.

Il gup Elena Rocci ha disposto anche un accertamento sulle condizioni di salute di Roberto Rosso, in relazione alla richiesta di concessione degli arresti domiciliari. L'istanza della difesa, in passato, era stata più volte respinta nonostante Rosso si fosse subito dimesso da ogni incarico. Ora, tuttavia, anche la Procura ha dato parere favorevole.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore