/ Politica

Politica | 18 maggio 2020, 11:03

Scuola: interrogazione su didattica a distanza e riaperture

Pd e Lista Civica: "Che sta facendo il Comune per strutture e alunni delle scuole cittadine?"

Scuola: interrogazione su didattica a distanza e riaperture

In attesa che il Governo dia le indicazioni sulla riapertura dell'anno scolastico e su quali interventi debbano essere realizzati per poter far tornare in classe alunni, insegnanti e personale, Pd e Lista Civica chiedono a sindaco e assessori di fare il punto sulla situazione relativa alle scuole cittadine.

In un'interrogazione i consiglieri Maura Forte, Carlo Nulli Rosso, Alberto Fragapane, Manuela Naso, Michele Cressano e il consigliere della Lista Civica Alfonso Giorgio chiedono se ci sia un “tavolo organizzativo cittadino con i rappresentanti delle istituzioni scolastiche per affrontare le diverse problematiche in vista dell’avvio del prossimo anno scolastico; se l’Amministrazione, abbia provveduto o intenda provvedere a un censimento degli studenti della scuola dell’obbligo, che non hanno potuto partecipare alle lezioni di didattica a distanza per mancanza di device (Pc, tablet, rete); se siano stati adottati o si intendono adottare provvedimenti affinché ogni studente possa essere avere i device adeguati per la didattica a distanza garantendo così il diritto allo studio e, nel caso, se l’Amministrazione intende intervenire mediante risorse del Comune, fondi Regionali o con campagne di fund-raising cittadino, oppure mediante l’istituzione di una piattaforma per la raccolta di dispositivi informatici da privati o da imprese tramite donazioni o comodato d’uso”.

Si chiede inoltre se sia stata avviata una mappatura dei locali in città che potrebbero essere utilizzati come aule o spazi scolastici aggiuntivi alle strutture già utilizzate; se l’Amministrazione ha monitorato gli spazi mensa delle scuole al fine di offrire con l’avvio dell’anno scolastico un servizio che garantisca sicurezza per gli studenti e per il personale scolastico; quali azioni l’Amministrazione intenda realizzare per potenziare il supporto agli studenti disabili per garantire le condizioni di sicurezza quali il rispetto della distanza sociale; se l’Amministrazione sta potenziando il collegamento Internet in tutte le scuole cittadine (fornite di cablatura con banda ultra larga) per favorire l’attività di didattica a distanza; se esistano fondi regionali per la sanificazione dei locali e/o per la formazione del personale scolastico che dovrà effettuare le attività di sanificazione.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore