/ Sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport | 17 aprile 2020, 13:40

Engas Hockey Vercelli proposta dalla FISR per la A2 con una wild card

Intervista ad Alvise Racioppi che illustra i frenetici sviluppi di ieri

Engas Hockey Vercelli festante, dopo una vittoria al Palapregnolato

Engas Hockey Vercelli festante, dopo una vittoria al Palapregnolato

Engas Hockey Vercelli proposta dalla FISR per salire in serie A2 . La svolta arriva nella tarda serata di ieri, annunciata dal vice presidente della società vercellese, Alvise Racioppi, dopo che nel pomeriggio il presidente FISR Aracu aveva riferito la delibera del Consiglio Federale sulla non assegnazione dei titoli per la stagione 2019-2020. 

In serie B, lo ricordiamo, Hockey Vercelli è stata mattatrice assoluta: imbattuta in campionato e in finale di Coppa Italia e proprio questi indubbi meriti sportivi, uniti alla situazione complessiva generata dallo stop per via del coronavirus sulla composizione dei gironi del prossimo anno, sono stati determinanti. 

  • Racioppi, può raccontarci gli sviluppi decisivi di ieri?
  • Il direttivo hockey della FISR ieri ha deciso che non ci sarebbero stati vittorie di campionati, coppe, promozioni o retrocessioni, ma la sospensione completa di tutto. Si è poi deliberato che l’hockey darà un segnale forte per quanto riguarda le problematiche economiche legate alla pandemia: le società per la prossima stagione non avranno obbligo di pagamenti per tesseramenti ed iscrizioni e nemmeno quelli legati a seconde squadre. 
  • Veniamo alla composizione dei prossimi campionati…
  • Il Consiglio Federale ha deciso di premiare 8 team, 6 squadre di serie B e due di serie A2 con una wild card. Hockey Vercelli risulta nella lista in quanto prima nel suo girone e finalista di Coppa Italia di serie B. 
  • Qual è il meccanismo di queste wild card?
  • Il criterio di assegnazione è stato il merito sportivo, i risultati espressi in pista nell’ultima stagione e l’impegno per il movimento dell’hockey.  Le società possono anche non accettarle, a seconda della loro disponibilità per il salto di categoria. Ci tengo subito a dire che Hockey Vercelli accetterà la wild card per la serie A2.
  • Senza promozioni e retrocessioni, il numero di squadre iscritte nei vari campionati sarà inedito?
  • La serie A1 potrà essere a 15 o 16 squadre, anche la A2 a 16. La scadenza delle iscrizioni è il 1 luglio, fino ad allora non si avranno certezze sui numeri di  squadre impegnate, data la particolarità delle condizioni.
  • Ora, qual è il piano della società?
  • Prima di tutto è attenersi alle disposizioni sanitarie, ricordiamo che la FISR è stata la prima a sospendere i suoi campionati. Vogliamo garantire a tutti i nostri atleti di stare bene.
  • Sono iniziati progetti per l'eventualità della A2?
  • I nostri giocatori sono tutti confermati, poi ci stiamo già guardando attorno per la campagna acquisti, perché i nostri obiettivi restano i medesimi, ossia di salire in A1 in 3 anni. Dell’aspetto prettamente tecnico si occuperanno il direttore sportivo, il direttore generale e il mister.  Siamo una società ad azionariato popolare, innovativa che ha solo possibilità di crescita e con una visione dello sport più inclusiva, la nostra ricchezza sono i soci. Resta, poi, la questione della gestione del palazzetto che è molto complessa e sulla quale speriamo di poterci muovere. 
  • Come avete vissuto, società e atleti, questa pausa? Questa notizia rinfranca gli animi?
  • Siamo sempre stati su di morale, perché abbiamo vissuto questa pandemia con consapevolezza, non pensando mai che le cose sarebbero tornate come prima. Siamo persone semplici e umili, l’unità di gruppo, squadra e società, è sempre stata forte, non si è mai spenta la fiammella che spero arderà ancora a lungo.

Elisa Rubertelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore