/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 04 aprile 2020, 13:45

"Mi hanno insegnato che il bene si fa ma non si dice"

Gabriele Bagnasco replica agli attacchi che stanno girando in rete

Gabriele Bagnasco

Gabriele Bagnasco

Gabriele Bagnasco interviene "Sulle polemiche in relazione ad un incarico di collaborazione che l'ASL di Vercelli in base al quale dovrei tornare, come altri medici in pensione, a lavorare per un certo periodo nel servizio che ho diretto per tanti anni.

"Vista l' interpretazione strumentale che si è voluta dare a questa vicenda mi preme chiarire alcuni aspetti ad uso di chi non mi conosce e potrebbe essere indotto a dare giudizi infondati:


1) Ho creduto giusto mettere a disposizione le mie capacità e la mia esperienza professionale nel campo della prevenzione per dare un supporto ai colleghi che stanno operando con tanto impegno in mezzo a mille difficoltà.
2) Non ho avanzato per questo alcuna richiesta e il tipo di rapporto lavorativo è stato individuato dall'ASL in base alla normativa, in modo analogo a tanti altri incarichi affidati in questo periodo, per un onorario reale che non ha nulla che vedere con la cifra indicata da qualcuno.
3) Non avendo in vita mia mai fatto nulla per interesse economico e non essendomi mai rifiutato di offrire il mio aiuto nel momento del bisogno avrei dato la mia disponibilità a titolo volontario se ciò permettesse di operare a pieno titolo.
4) Mi hanno insegnato che il bene si fa ma non si dice e quindi non ritenevo di dover pubblicizzare la mia intenzione di devolvere il mio eventuale compenso alla Casa di riposo di Vercelli, ente al quale la mia famiglia è legata da sentimenti di affetto e che oggi si trova in condizioni di particolare bisogno.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore