/ Cintura di Vercelli

Che tempo fa

Cerca nel web

Cintura di Vercelli | 25 marzo 2020, 10:32

La Chiesa vercellese e i fedeli dicono addio a don Fiorenzo Vittone

E' morto nella notte in ospedale dove era ricoverato

La Chiesa vercellese e i fedeli dicono addio a don Fiorenzo Vittone

La Chiesa vercellese dice addio a don Fiorenzo Vittone, ex parroco di Moncrivello e Bianzè, spirato nella notte in ospedale, a Torino, dove era ricoverato da qualche giorno e dove era risultato positivo al coronavirus.

La notizia, comunicata dall'amministrazione comunale di Bianzè, sta facendo rapidamente il giro delle comunità parrocchiali vercellesi, tra cui BorgoVercelli, Borgo d'Ale, in cui il sacerdote aveva operato e dove era stato apprezzato e benvoluto, ma anche Gattinara, dove era stato vice parroco nei primi anni '70.

"Questa notte è venuto a mancare il nostro caro don Fiorenzo - si legge nella nota - Era ricoverato da alcuni giorni e purtroppo non ce l'ha fatta. Nel giorno dell'Annunciazione del Signore a lui tanto caro ci ha purtroppo lasciati. Tanti i ricordi che ogni bianzinese porterà nel cuore pensando a lui. Alla famiglia vanno le condoglianze da parte di tutti i bianzinesi e a lui va il nostro grazie per quanto fatto per la nostra comunità e la nostra preghiera".

Un lutto condiviso anche dalla comunità di Moncrivello: l'amministrazione e i parrocchiani, già da martedì, avevano condiviso la preoccupazione e le preghiere per il sacerdote: "La nostra comunità parrocchiale con l'arcivescovo monsignor Marco Arnolfo e con il vicario generale don Mario Allolio è unita nella preghiera per don Fiorenzo e per la Comunità dei Silenziosi Operai della Croce in questo difficile momento".

Don Fiorenzo avrebbe compiuto 82 anni il prossime mese di aprile; era nato a Recetto dopo gli studi nel Seminario minore di Moncrivello e poi nel Seminario maggiore di Vercelli è stato ordinato sacerdote il 24 giugno 1962.

"Sacerdote buono, particolarmente vicino alla spiritualità del Movimento dei Focolarini, era stato per molti anni impegnato nella Pastorale diocesana della Salute - ricorda l'arcivescovo, monsignor Marco Arnolfo sul sito della diocesi -. Tra i molteplici incarichi svolti, ultimamente, dopo la sua rinuncia per raggiunti limiti d’età dall’ufficio di parroco di Bianzè, aveva collaborato con il Santuario diocesano della Vergine Potente del Trompone, svolgendo ancora il suo prezioso ministero presso la parrocchia di Moncrivello e vivendo con la comunità dei Silenziosi Operai della Croce".

In ossequio alle disposizioni sanitarie vigenti, le esequie saranno celebrate in forma strettamente privata.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore