/ Cronaca

Cronaca | 05 marzo 2020, 10:00

Stecco: "I cinesi ce la stanno facendo, ecco come"

Le misure intraprese da noi in Italia, e le future che verranno, saranno su quella strada

Alessandro Stecco

Alessandro Stecco

I cinesi ce la stanno facendo (senza sostanzialmente interventi farmaceutici) ha scritto su facebook Alessandro Stecco, medico e consigliere regionale.

Il report dei 25 esperti internazionali della Commissione WHO-Cina che hanno analizzato la risposta della Cina all'emergenza epidemiologica #coronavirus o #covid19è molto chiaro (vedi grafico sotto - ndr), quasi un manuale per tutti gli altri.
Il grafico che riguarda Wuhan, l'epicentro del contagio, fa vedere una risposta efficace e di successo, con la diminuzione dei casi nel tempo di circa 2 mesi, a circa 1 mese di misure molto severe per il contenimento.
Contenimento severo e imposto con tutti i mezzi, e nuovi posti letto in ospedali dedicati, ma anche autoproduzione di mezzi di protezione e di test efficaci in poche ore per diagnosi e conferma.
Tra le altre variabili piu' efficaci si sono dimostrate:
- riconoscimento rapido immediato e isolamento di nuovi casi,
- tracciamento con equipe dedicate della rete di contatti con monitoraggio e quarantena,
- coinvolgimento, sensibilizzazione /informazione diretta della popolazione su rischi e prevenzione
Senza sostanzialmente interventi farmaceutici la Cina sta vincendo la battaglia con uno sforzo immane.
Le misure intraprese da noi in Italia, e le future che verranno, saranno su quella strada, ma e' necessario dare il giusto valore a certe rinunce che questa emergenza comportera' nel breve e medio termine alla nostra vita standard, il valore di strumenti indispensabili per farcela.
Giustamente tutte le categorie dai genitori ai lavoratori alle aziende, al turismo vorranno avere norme chiare ma sopratutto che lo Stato intervenga in modo chiaro e ben calibrato a sostegno.
Ne usciremo tutti piu' maturi, un po' meno attenti al proprio particolare e piu' all'interesse della comunità, e pronti a ricostruire in meglio.

Alessandro Stecco

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore