/ Lettere

Lettere | 07 gennaio 2020, 18:36

Stecco: "Ambiente, sviluppo e salute dei cittadini. Le mie idee per Vercelli"

Creazione di una cabina di regia, potenziamento delle attività di ricerca di Asl e Osav, sostegno alle iniziative di economia circolare

Stecco: "Ambiente, sviluppo e salute dei cittadini. Le mie idee per Vercelli"

Una cabina di regia che faccia da cerniera e coordinamento tra l'Amministrazione Comunale e gli altri Enti, per integrare al meglio le necessarie politiche di sviluppo della città, le politiche ambientali, e quelle di prevenzione e contrasto ai danni dell’inquinamento atmosferico, del suolo e delle falde. A chiederne l'istituzione, entro il mese di gennaio, è il consigliere regionale Alessandro Stecco, capogruppo della Lega in Consiglio comunale, che interviene sul tema dei rischi connessi all’inquinamento ambientale. Un tema di particolare attualità dopo la pubblicazione dei dati che collocano Vercelli tra le città peggiori per la media annuale di Pm10 e tra quelle in cui è più alta l'incidenza di tumori.

"Entro pochi giorni - dice Stecco - chiederò al sindaco Andrea Corsaro un incontro insieme anche al presidente del Consiglio, Giancarlo Locarni a rappresentanza del Consiglio Comunale, per sincronizzarci al meglio su questi temi e proporre una strutturazione definitiva di questa cabina di regia, che integri le esperienze già fatte su fronti diversi”.

Sul tema Ambiente, Stecco ricorda che l'amministrazione ha già inserito linee guide che puntano sull’attenzione all’ambiente. "Ma - prosegue Steccp - anche sulla scorta delle recenti e toccanti parole dell’Arcivescovo, monsignor Marco Arnolfo, ritengo che per chi amministra sia l’ora di fare ancora di più. Mi piacerebbe che si andasse verso una gestione sempre più coordinata dei temi dell’inquinamento ambientale e atmosferico e dei rischi per la salute”.

Stecco precisa tuttavia che, sul tema degli insediamenti produttivi, la sua posizione è di perfetta sintonia con quella del resto del gruppo consigliare. "Attenzione all’ambiente non vuole dire bloccare lo sviluppo industriale, o contrastare singole iniziative ma significa che si deve ragionare sempre in modo equo e sostenibile a quello che si decide di fare”.

Sulla sfera dell’impatto sulla salute dei cittadini, Stecco appoggia poi l'idea di potenziare le attività di studio epidemiologico e prevenzione che Asl e Comune hanno intrapreso  nel 2016: “Gli strumenti ci sono - dice il presidente della commissione regionale Sanità - dal Servizio Osservatorio Epidemiologico dell’Asl fino alle esperienze dell’Osav che con un coordinamento e gli strumenti possono funzionare come interlocutore permanente del Comune, e interfaccia verso Provincia e Regione. Se vogliamo programmare una Vercelli più sostenibile per il prossimo e medio futuro per i nostri figli e nipoti partiamo da qui, ricordando anche come da politiche di sostenibilità organizzate e pianificate possono derivare delle economie circolari e dei posti di lavoro”.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore