/ Cronaca

Cronaca | 26 novembre 2019, 14:09

Maxi processo Eternit-bis: fissata l'udienza preliminare

Il Gup di Vercelli dovrà decidere se rinviare a giudizio il magnate svizzero Schmidheiny e con quale accusa: se sarà omicidio volontario il procedimento passerà a Novara

Maxi processo Eternit-bis: fissata l'udienza preliminare

E' fissata per il 14 gennaio 2020 l'udienza preliminare del maxi processo Eternit-bis per le 400 morti da amianto avvenute a Casale. Morti risalenti a epoche diverse da quelle che, negli anni scorsi, erano già state oggetto del processo di Torino che, dopo due condanne, era poi finito con la prescrizione decisa dalla Cassazione.

In questo secondo troncone, le parti offese, cioè i parenti delle vittime, sono 1500: proprio in occasione dell'udienza preliminare, se il gup rinvierà a giudizio l'imprenditore svizzero Stephan Schmidheiny, ultimo patron di Eternit Italia in vita, i familiari dovranno comunicare se intendono costituirsi parte civile nel procedimento. Sempre all'udienza del 14 gennaio, inoltre, se Schmidheiny verrà rinviato a giudizio dovranno anche essere decisi i capi di imputazione e la sede del processo. 

Nella richiesta di rinvio a giudizio, i pubblici ministeri Roberta Brera, Francesco Alvino e Gianfranco Colace (magistrato torinese di cui è stata disposta l’applicazione a Vercelli per seguire il caso), avevano indicato come imputazione l'omicidio volontario. Se il Gup decidesse per questa strada il processo verrebbe trasferito a Novara per essere celebrato davanti alla Corte d'Assise. Se, invece, sarà riqualificato il reato in omicidio colposo il processo si celebrerà davanti al giudice monocratico di Vercelli.

La causa Eternit-bis, ricordiamo, era arrivata a Vercelli proprio perché, in sede di udienza preliminare, a Torino, era stata decisa la riqualificazione del reato (passando da omicidio volontario a omicidio colposo) con il conseguente spezzettamento della pratica e rinvio degli atti ai Tribunali di competenza: per i 400 morti di Casale quello di Vercelli, per l'appunto.

reda

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore