/ Trino

Che tempo fa

Cerca nel web

Trino | 20 novembre 2019, 12:36

"Addio Gianni, sei stato un amico e un punto di riferimento per tante persone"

Trino e Fontanetto in lutto per la morte di Gambera, persona nota, benvoluta e apprezzata

La foto pubblicata dal sindaco di Trino, Daniele Pane

La foto pubblicata dal sindaco di Trino, Daniele Pane

Lutto a Trino per la morte di Gianni Gambera, ex dipendente bancario apprezzato dai concittadini e molto noto in diversi centri del vercellese. L'uomo è spirato nella giornata di martedì per le conseguenze di una malattia che stava fronteggiando da tempo e, alla notizia della sua morte, moltissimi concittadini hanno lasciato sui social ricordi commossi e stime di attestazione.

Vedovo da qualche anno - la moglie Anna Pelizzaro era un'apprezzata insegnante - l'uomo viene ricordato come una persona allegra, gioviale, capace di essere amico di tutti. Un uomo di valore, appassionato di fotografia. Tantissimi i trinesi che lo hanno ricordato, a partire dal sindaco Daniele Pane: "Mi mancherà vederti, era un grande piacere parlare con te, perché grazie alla tua grande intelligenza era facile parlare di qualunque argomento e confrontarsi", ha scritto il sindaco su Facebook.

Parole molto simili a quelle del suo predecessore, Alessandro Portinaro: "Difficile pensare che tu non sia ancora in giro per Trino, a scherzare, a guardarti in giro per trovare facce amiche, a raccontare ed ascoltare. Credo che tante persone questa sera pensino la stessa cosa. Ci guarderemo in giro, nei prossimi tempi, a cercarti con lo sguardo, come in un gesto automatico. Non ti vedremo, ma sarai comunque lì seduto a un tavolino o ad aggirarti sotto i portici. Ciao Gianni. Un abbraccio forte, fortissimo a Cristiana".

A ricordarlo è anche un altro primo cittadino, Claudia Demarchi, sindaco di Fontanetto Po, che ricorda gli anni della gioventù, trascorso insieme in paese: "Abbiamo trascorso un pezzo di gioventù nella stessa compagnia. Eravamo ricchi di idee e voglia di fare per il nostro paese, Fontanetto. Abbiamo dato vita al Gruppo G, che semplicemente voleva dire Giovani, e a quante iniziative abbiamo collaborato con entusiasmo e divertimento, tu e Anna sempre presenti. Ciao Gianni. Un abbraccio a Cristiana".

 

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore