/ Economia

Che tempo fa

Cerca nel web

Economia | 20 novembre 2019, 16:36

LivaNova sposta in Canada la produzione: 83 posti a rischio nel vercellese

Ristrutturazione in vista per l'impianto che opera nel comprensorio Sorin. Il sindaco di Crescentino: "Subito un tavolo sulla crisi"

LivaNova sposta in Canada la produzione: 83 posti a rischio nel vercellese

LivaNova - l'azienda biomedicale che ha una sede nel comprensorio Sorin di Saluggia - annuncia una radicale ristrutturazione della linea business legata alle valvole cardiache, gettando un'ombra di preoccupazione per la situazione occupazione del vercellese, crescentinese e chiavssese.

All'interno del comprensorio Sorin di Saluggia, lavorano, oggi, oltre 1500 persone e la decisione di LivaNova di spostare in Canada la produzione delle valvole cardiache biologiche getta un’ombra buia sulla tenuta di questo sistema economico. A Saluggia, infatti verrà lasciato solo il settore ricerca, con prevedibili ricadute sul versante occupazionali. 

Tra i primi a farsi portavoce delle preoccupazioni del territorio c'è il sindaco di Crescentino, Vittorio Ferrero. "Non si tratta solo degli 83 esuberi annunciati ma anche delle ripercussioni che temo potranno avvenire nel medio lungo periodo - precisa in una nota stampa -. Se oggi decidono di delocalizzare l’unica parte produttiva che, a detta dell’azienda, funziona ed è commercialmente appetibile, domani che cosa succede, ci dobbiamo aspettare altri drastici ridimensionamenti?".

Ferreo precisa che "Per quanto mi riguarda chiederò alla Regione Piemonte, a tutti i sindaci del territorio ed a tutti i nostri rappresentati politici di adoperarsi ognuno per quanto di propria competenza per giungere entro brevissimo all’apertura di un tavolo di crisi che possa rivolvere la situazione. Non possiamo permettere che 83 persone siano lasciate a casa e che un sito produttivo di così grande valore per la nostra economia locale abbia prospettive così nefaste. Alle 83 persone oggi colpite così duramente ed a tutti i dipendenti di LivaNova va la mia solidarietà e vicinanza: non siete soli, il vostro territorio è con voi".

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore