/ Gattinara-Valsesia

Gattinara-Valsesia | 10 agosto 2019, 15:38

Borgosesia, prestigiosa foresteria per i medici specializzandi all'ospedale

IL COMUNE OFFRE IN COMODATO ALL'ASL ALCUNI LOCALI DI PALAZZO CASTELLANI

Palazzo Castellani, che si affaccia sulla piazza centrale di Borgosesia

Palazzo Castellani, che si affaccia sulla piazza centrale di Borgosesia

Saranno ospitati nei locali del prestigioso Palazzo Castellani, prospiciente la piazza centrale di Borgosesia, i medici specializzandi in tirocinio all’ospedale Santi Pietro e Paolo: il Comune offre in comodato d’uso i locali all’Asl di Vercelli, a sostegno del progetto formativo dell’Azienda rivolto a giovani medici che, oltre a conoscere la struttura ospedaliera dove svolgeranno la loro formazione, potranno anche apprezzare la città, vivendo proprio nel cuore del centro storico.
«Ancora una volta confermiamo l’attenzione da sempre dimostrata verso il nostro ospedale – spiega il sindaco Paolo Tiramani – offriamo con molto piacere questi spazi abitativi nel bel Palazzo che si affaccia su piazza Mazzini, certi che sarà un’ottima opportunità per giovani professionisti di conoscere Borgosesia ed anche, mi auguro, i borgosesiani. Apprezzo molto il progetto dell’Asl – continua – che prevede di accogliere nel nostro ospedale giovani medici per seguirne la formazione, con l’auspicio poi che rimangano a proseguire la loro attività lavorativa nel nostro ospedale».
All’Asl vengono concessi in comodato d’uso, per un anno, alcuni locali che si trovano al secondo piano di Palazzo Castellani, con l’accordo che sarà cura dell’Azienda Sanitaria occuparsi dell’eventuale adattamento degli spazi alle proprie esigenze (previa autorizzazione dell’Amministrazione Comunale) così come della pulizia e della manutenzione ordinaria degli stessi.
«L’ospedale è uno dei servizi fondamentali non solo per la nostra città, ma per l’intero territorio valsesiano – dice Tiramani – per questo non esitiamo a scendere in campo quando lo riteniamo necessario: abbiamo dato battaglia quando si è trattato di vigilare sul mantenimento dei servizi, ed ora con la stessa determinazione ci impegniamo a sostenere l’Asl in questa iniziativa formativa che dà buone prospettive al Santi Pietro e Paolo».

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore