/ Cronaca

Cronaca | 04 giugno 2019, 23:41

Bidoni potenzialmente radiottivi: è urgenza

LA CGIL CHIEDE UN INCONTRO: PREOCCUPAZIONE PER SALUTE E POSTI DI LAVORO

Bidoni potenzialmente radiottivi: è urgenza

La segreteria provinciale della Filctem Cgil Vercelli e Valsesia - insieme ai delegati del sito Sorin di Saluggia e alla Filctem Piemonte - è venuta a conoscenza solamente nelle ultime ore, e tramite gli organi di stampa, del ritrovamento di bidoni interrati potenzialmente radioattivi nel sito biomedicale saluggese.


Immediatamente le R.S.U. con i propri delegati delle Aziende presenti nel sito (LIvanova, Microport, CID, DiaSorin) si sono attivati e hanno chiesto alle direzioni aziendali e ai relativi R.S.P.P. un incontro urgente per chiarire e verificare le notizie diffuse dai media e per capire se ci siano dei rischi per i lavoratori del sito.

Di concerto con la CGIL Piemonte e con la CGIL di Vercelli sono stati attivati tutti i canali per fare immediata chiarezza sulla vicenda, chiedendo una celere convocazione del “Tavolo regionale sulla trasparenza nucleare” e interessando immediatamente il Prefetto della Provincia di Vercelli.


Pur riponendo la massima fiducia nel lavoro degli organi inquirenti che in queste ore stanno portando avanti le indagini per per comprendere meglio la situazione e arrivare a una soluzione, ci auguriamo che la difesa dell’ambiente e della salute pubblica possano essere coniugati con la salvaguardia del posto di lavoro di centinaia di persone attualmente occupate nel sito biomedicale saluggese.


Tutta la CGIL manifesta seria preoccupazione e proprio per questo continuerà a tenere altissima l’attenzione sulla vicenda affinché si possa trovare una risoluzione nel rispetto dell’ambiente e dei posti di lavoro.


La segreteria Filctem CGIL Vercelli Valsesia

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore