/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 09 novembre 2018, 16:07

Saggia: «La cattiveria? Non è mai abbastanza»

SIAMO SODDISFATTI TANTO DELL'ALLENATORE QUANDO DELLA SQUADRA

Secondo e Saggia

Secondo e Saggia

Ancora Toscana: dopo lo scivolone di Arezzo, la Pro Vercelli domenica giocherà contro un Siena voglioso di punti e riscatto.

Ogni partita una battaglia, si sa.«Ad Arezzo non abbiamo giocato male» dice il vice presidente Jose Saggia.Gli chiediamo se Varini è al lavoro per rinforzare la squadra. Guarda il vuoto, non dice nulla. Ma non dice nemmeno no.

«Noi siamo soddisfatti della squadra e dell'allenatore, anzi, estremamente soddisfatti. Semmai...»

Semmai?

«Ad Arezzo, ma anche contro il Novara ci sarebbe voluto un po' di cattiveria agonistica in più».

Ma tutti gli allenatori chiedono alle loro squadre cattiveria agonistica, no?

«Esatto, il punto è proprio questo. La cattiveria non è mai abbastanza. Le squadre di calcio sono come delle tribù, hanno tutte fame. La spunta chi ha più fame, e quindi più cattiveria, degli altri».

E in effetti la cattiveria agonistica è anche la storia della Pro Vercelli: LEGGI QUA

 

rb

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore