/ Politica

Politica | 07 luglio 2016, 08:21

Vigilanza al settore Politiche sociali: non poteva essere messo un vigile?

INTERROGAZIONE DI VERCELLI AMICA: SI POTEVA SPOSTARE IL VIGILE CHE FUNGE DA PORTINAIO ALLA CITTADELLA DELLA GIUSTIZIA

Vigilanza al settore Politiche sociali: non poteva essere messo un vigile?

Interrogazione sui servizi di vigilanza al settore Politiche sociali del Comune e alla Cittadella giudiziaria, da parte dei consiglieri comunali Enrico Demaria, Maurizio Randazzo e Stefano Pasquino di Vercelli Amica.

"Il servizio di piantonamento fisso presso la sede dell’area delle Politiche Sociali del Comune di Vercelli è stato affidato alla ditta Group ServiceSrl di Vigliano Biellese per il periodo dal 1 luglio al 31 dicembre 2016 per l’importo complessivo di 8.499,15 euro - scrivono i consiglieri di Vercelli Amica -. Visto che alla Cittadella giudiziaria di piazza Amedeo IX, presta servizio un vigile urbano con la funzione di portinaio, svolgendo un servizio che non dovrebbe essere di competenza comunale ma statale, chiediamo a sindaco e assessore competente se non era più opportuno trasferire il vigile urbano staccato alla Cittadella giudiziaria a svolgere il servizio di piantonamento fisso presso la sede dell’area delle Politiche Sociali del Comune di Vercelli. Il vigile urbano, infatti, potrebbe svolgere anche il servizio di ricezione e rilascio documenti per chi non ha la possibilità di recarsi al Comando, risparmiando circa 9.000 euro, tenuto conto che in caso di episodi di violenza nei confronti di chi lavora al settore Politiche sociali, la vigilanza privata deve contattare la polizia locale".

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore