/ Attualità

Attualità | 26 marzo 2020, 10:12

Centro Covid19 di via Sella, servizio 118, Pronto Spesa: oltre 40 volontari Cri in campo ogni giorno

Il presidente Olivero: "I volontari hanno triplicato il loro impegno: grazie per tutto quello che fate"

Centro Covid19 di via Sella, servizio 118, Pronto Spesa: oltre 40 volontari Cri in campo ogni giorno

Sono una quarantina i volontari che la Croce Rossa di Vercelli mette in campo tutti i giorni in una serie si servizi assolutamente essenziali in questi giorni di emergenza.

Pronto intervento 118, servizi di Pronto Farmaco e Pronto Spesa, trasporto dei malati in dimissione, consegna domiciliare dei pacchi cibo... e, da qualche giorno, anche il servizio h24 nella struttura di via Quintino Sella destinata ai pazienti Covid19 in fase di guarigione.

Distribuiti in tre turni da otto ore,  i volontari Cri operano nella nuova struttura post-acuzie facendo da punto di riferimento per le esigenze dei malati e da collegamento con Asl e famiglie.

“L'aspetto sanitario – spiega Mauro Olivero, presidente della Cri di Vercelli – è interamente gestito da medici e personale Asl, mentre i nostri volontari si occupano di tutte le cose pratiche che possono servire ai ricoverati. Dalla raccolta dei sacchi in cui i pazienti devono stoccare gli indumenti da lavare, alla consegna del cambio di biancheria; dalla segnalazione su eventuali necessità alimentari a una serie di attività pratiche all'interno della struttura".

Allestito nel giro di 36 ore grazie a un accordo tra Università, Asl e Comune, il centro di degenza per i malati in via di guarigione rappresenta un importante polmone per l'ospedale Sant'Andrea. E, fin da subito, la Croce Rossa è stata parte attiva dell'operazione.

"A tutela di tutti, i volontari della Cri che operano in via Quintino Sella seguono percorsi interni diversi da quelli dei degenti e dei medici - spiega ancora il presidente -. Le persone sono in via di guarigione, ma la loro condizione richiede ovviamente un'attenzione particolare: ad esempio i pasti vengono serviti dall’Asl nelle singole stanze dei degenti".

Nei giorni della grande emergenza la risposta della Croce Rossa è stata quella encomiabile di sempre. "Ringrazio tutti i volontari che, in una situazione così difficile e incerta non si sono mai tirati indietro, anzi hanno triplicato gli sforzi e l'impegno: li ringrazio tutti e vorrei dire che sono orgoglioso dell'impegno che hanno messo in campo a favore dei vercellesi".

fr

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore