/ Attualità

Attualità | 07 febbraio 2020, 11:44

Il Comune compra la Domus Romana del Brut Fond

Dopo l'Anfiteatro, un'altra area archeologica entra a far parte del patrimonio cittadino

Il Comune compra la Domus Romana del Brut Fond

Con un investimento da 96mila euro il Comune compra l'area archeologica della Domus romana del Brut Fond.

Lo ha deliberato negli scorsi giorni l'amministrazione comunale, fissando la cifra da investire dalla base di una perizia stragiudiziale redatta dal geometra Massimo Sereno.

L'area della Domus del Brut Fond, che si estende tra le vie Dal Pozzo, via Filippa di Martiniana e piazzetta Ranza occupa uno spazio vastissimo - oltre 1600 metri quadri, 700 dei quali interessati dai resti archeologici - venne alla luce negli anni '80 e, dopo una fase di studio, è rimasta sostanzialmente abbandonata, coperta da una tettoia di lamiera e del tutto inaccessibile.

La Domus potrebbe rappresentare un vero e proprio gioiello per la città e l'acquisto dell'area è senza dubbio una svolta attesa da tempo. 

Da tempo il Comune coltiva il sogno di creare un parco archeologico cittadino valorizzando ciò che, delle vestigia romane, può essere in qualche modo reso fruibile per la città e per i turisti. L'acquisto dell'area del Brut Fond, che segue di pochi mesi quello dell'area limitrofa all'Anfiteatro di viale della Rimembranza - corso De Rege, dovrebbe rappresentare il tassello preliminare dell'intero progetto.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore