/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 26 gennaio 2020, 18:03

"Servirebbero un difensore e un attaccante"

Gilardino: "Sotto di 2 gol abbiamo iniziato a giocare: dovevamo farlo prima"

"Servirebbero un difensore e un attaccante"

Ha una sua chiave di lettura, Alberto Gilardino, sulla sconfitta odierna.

«Sul 2 a 0 per il Monza ci siamo sentiti più liberi mentalmente. Dovevamo iniziare così».

Ma torniamo all’approccio negativo, al primo tempo.

«Ho provato Rossi e Azzi, pensando alle ripartenze. Non è andata come volevamo. Siamo stati più compatti e ordinati nel secondo tempo».

Visto l’infortunio di Schiavon ci vorrebbe qualche rinforzo.

«Servirebbero rinforzi, anche per alzare il livello emotivo, servirebbero giocatori pronti, servirebbe un difensore e un attaccante, ma sapete tuti come stanno le cose. Ne parlo tutti i giorni con il direttore sportivo, manca una settimana alla chiusura del mercato, vediamo».

 

In che ruoli la Pro è scoperta?

«Un difensore e un attaccante».

 

Il presidente Massimo Secondo: «Avremmo meritato il pari, nel secondo tempo ho rivisto la Pro Vercelli che piace a me. Nella ripresa abbiamo onorato Ope, scomparso ormai dieci anni fa, credo che sarebbe stato contento della prestazione dei ragazzi. Un abbraccio alla sua famiglia».

 

Una frase di Cristian Brocchi, tecnico del Monza: « Gilardino sta facendo un ottimo lavoro a Vercelli, gli vanno fatti i complimenti perché ha a disposizione una squadra molto giovane. Ho vissuto qualcosa di importante con lui e quindi faccio il tifo per lui»

 

Simone Rosso difende (senza dirlo) le scelte del primo tecnico del suo tecnico

«Non è la prima volta che si vede un approccio diverso tra il primo e il secondo tempo. E’ un aspetto che dobbiamo migliorare. Non è il modulo che conta, dobbiamo riuscire ad approcciare le partite in maniera diversa dal punto di vista della cattiveria e dell’agonismo. Adesso dobbiamo pensare al Gozzano, sarà una partita fondamentale».

rb

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore