/ Cronaca

Cronaca | 24 gennaio 2020, 17:19

Eternit, Schmidheiny a processo per omicidio volontario - VIDEO

Prima udienza per i 392 morti d'amianto a Novara, in Corte d'Assise

Eternit, Schmidheiny a processo per omicidio volontario - VIDEO

Eternit, il magnate svizzero Stephan Schmidheiny va a processo con l'accusa di omicidio volontario per i 392 morti di Casale. La decisione è stata letta poco dopo le 17 dal gup Fabrizio Filice. Il processo si sposta in corte d'Assise a Novara. Prima udienza il 27 novembre. 

"La vera battaglia comincia adesso - dicono i rappresentanti dell'Afeva, l'associazione delle vittime - ma le parole e la decisione del giudice ci hanno molto confortati. Oggi qualcuno ci ha ascoltato e soprattutto abbiamo fatto vedere che non siamo un popolo di falliti". Il riferimento è a un'intervista, rilasciata dal magnate svizzero a un periodico del suo Paese e ripresa oggi da tutte le principali testate italiane. Nelle sue dichiarazioni Schmidheiny dice, tra le altre cose, che l'Italia è un Paese fallito e che lui non vedrà mai il carcere per la vicenda Eternit.

In aula era presente anche il sindaco di Casale, Federico Riboldi. "Siamo al fianco dei cittadini - dice all'uscita dal Tribunale - e accogliamo con soddisfazione la decisione del giudice. La giustizia farà il proprio corso e la sentenza sarà scritta al termine del processo, ma l'amministrazione farà sempre il suo dovere a fianco dei cittadini".

No comment, invece, dai legali della difesa, che si sono anche visti respingere una dopo l'altra tutte le eccezioni di procedura e merito sollevate nel corso delle udienze.

fr

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore