/ Attualità

Attualità | 23 gennaio 2020, 17:09

"Nel 2020 si torna a nuotare a Vercelli"

Il punto sul cantiere del Centro Nuoto: sopralluogo di tecnici e amministratori

"Nel 2020 si torna a nuotare a Vercelli"

"La piscina sarà pronta tra il 15 e il 20 aprile, intanto predisporremo il bando di gara per la gestione dell'impianto. Il 2020 è l'anno in cui i vercellesi possono tornare a nuotare in città". Parola di Massimo Simion, vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici che, giovedì, ha guidato con il sindaco Andrea Corsaro, il progettista Paolo Pettene e il responsabile del procedimento, Giuseppe Scaramozzino, il sopralluogo al cantiere del Centro Nuoto. 

A visitare il cantiere anche una folta delegazione di consiglieri comunali e l'assessore Ombretta Olivetti: caschetto e pettorina d'ordinanza, hanno osservato scavi, colate di cemento e nuove piattaforme ricordando com'era prima e cercando di immaginare come cambierà l'area nel giro di qualche settimana.

Il progetto di basa è quello approvato dalla passata amministrazione, con almeno un paio di importanti modifiche: l'abbattimento delle tribunette e della collinetta esterna e la costruzione di un chiosco bar a servizio della piscina ma anche dell'utenza esterna di passaggio. "Migliorie adottate in corso d'opera - aggiunge Simion - che non sono costate un centesimo in più rispetto al milione e 800mila euro del progetto iniziale".

La vasca - 25 metri per 12,5 e sei corsie omologabili dalla Federazione - sarà coperta d’inverno e semi aperta d’estate quando le calotte telescopische verranno fatte scorrere sui binari sulle quali sono montate. Al posto delle gradinate un prato all'inglese, e al posto della vecchia piscina per i tuffi, gli spogliatoi (con uno spazio a parte per i bambini) e i locali tecnici. 

"Dovevamo scegliere se far saltare tutto o dare una piscina ai vercellesi - ha ricordato il sindaco Corsaro - Abbiamo optato per dare risposte ai bisogni della città, lavorando anche nell'ottica di migliorare il progetto. Gli uffici sono già al lavoro per predisporre il bando per la gestione, in modo da ridurre ulteriormente i tempi, una volta ultimato l'impianto".

Così, mentre a Vercelli si lavora su basamenti e opere edilizie, altrove si stanno costruendo le componenti prefabbricate per coperture e spogliatoi: "La struttura lamellare arriverà entro il 15 febbraio - hanno aggiunto il progettista Pettene e Simion - poi ci vorranno una ventina di giorni per il montaggio, durante i quali si lavorerà anche sugli impianti e i servizi".

Se non ci sono intoppi, dunque, il taglio del nastro potrebbe avvenire già entro Pasqua.

fr

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore