/ Attualità

Attualità | 13 gennaio 2020, 14:43

Porta Milano: due nuove scuole per far rinascere l'intero quartiere

Partono i progetti per la costruzione della nuova ala dello Scientifico e per la sede dell'Iti da realizzare nel cortile dell'ex Caserma Garrone

Porta Milano: due nuove scuole per far rinascere l'intero quartiere

Un investimento di 13 milioni di euro per ridisegnare, attraverso la costruzione di due scuole, una zona centrale di Vercelli oggi un po' sottoutilizzata rispetto alle potenzialità.

E' arrivato alla stretta finale l'accordo tra Comune e Provincia per l'utilizzo del parcheggio della Caserma Garrone, da trasformare, nel giro di tre anni, in uno spazio cittadino del tutto nuovo. L'area all'angolo tra corso Italia e via Salvatore Vinci (il primo tratto di via Gioberti) diventerà infatti la sede del nuovo Iti: uno stabile che ospiterà 26 aule, una palestra e un auditorium a servizio anche della città; spazi verdi ordinati e un parcheggio, in parte sotterraneo da 460 posti. Il progetto, complessivamente, ha un costo che sfiora i 10 milioni di euro ed è interamente finanziato: 8milioni 160mila euro verranno pagati dall'Inail che procederà alla realizzazione dell'opera, 1 milione e 700mila euro dalla Provincia che si occuperà di appaltare la progettazione e dell'abbattimento dei caseggiati ancora esistenti all'interno dell'ex caserma e di parte della recinzione.

“Un intervento importante, atteso dalla città, che porterà alla revisione complessiva dell'area di Porta Milano e di corso Italia anche sul versante della viabilità e della sicurezza”, spiega il sindaco Andrea Corsaro, presentando il progetto insieme al presidente della Provincia Eraldo Botta, agli assessori Pier Mauro Andorno e Gian Mario Morello e ai tecnici di Comune e Provincia.

“Abbiamo chiuso in questi giorni l'accordo per il trasferimento del terreno – aggiunge il sindaco – ottenendo un'adeguata valorizzazione economica dell'area e ottenendo alcuni interventi che ci stavano particolarmente a cuore: da un adeguato numero di parcheggi, alla possibilità di integrare il nuovo polo scolastico con il futuro recupero della Caserma”. Un progetto di cui si discuteva da anni e che, ora, è in procinto di partire.

“La Provincia – spiegano soddisfatti il presidente Botta e il consigliere delegato Morello – darà il via entro qualche mese alla procedura per l'assegnazione della progettazione di un intervento che avrà anche importanti risvolti ambientali”. Il nuovo complesso, infatti, dovrà essere particolarmente attento al versante del risparmio energetico e dell'integrazione con l'ambiente circostante. “Verrà realizzato un edificio a due piani a partire dall'attuale piano di calpestio del cortile della caserma - spiega Marco Cruciani, tecnico di via San Cristoforo – quindi, di fatto, da corso Italia si vedrà un piano solo e sarà integrato con adeguati spazi verdi”. Nel progetto c'è spazio anche per la revisione delle fermate dei bus scolastici che, attraverso il parziale abbattimento del muro della caserma – già autorizzato dalla Sovrintendenza – offriranno spazi più sicuri per il carico e scarico degli alunni.

E' invece in fase di bando la costruzione della nuova ala del liceo Scientifico che, a qualche centinaia di metri di distanza, completerà la serie di investimenti per l'istruzione superiore.

“Con un investimento da 1 milione e 600mila euro – spiega il consigliere delegato Morello, che da anni sta seguendo l'edilizia scolastica – abbiamo abbattuto l'ala inagibile e ora ci apprestiamo a costruire il nuovo stabile: prevediamo di aprire il cantiere entro l'estate”.

Anche in questo caso c'è stato un occhio di riguardo all'aspetto energetico e dei consumi. “Andiamo a rendere un servizio importante alla città di Vercelli ma anche all'intera popolazione studentesca della provincia che fa riferimento al capoluogo per gli studi superiori”, è la conclusione del vice presidente Andorno.

fr

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore