/ Attualità

Attualità | 06 gennaio 2020, 06:52

Dalla Torre dell'Angelo arriva la Befana

Pomeriggio di festa in piazza Cavour

Dalla Torre dell'Angelo arriva la Befana

La Befana torna a scendere dalla Torre dell'Angelo. Lunedì 6 gennaio appuntamento con la tradizionale manifestazione che chiude gli eventi del Natale vercellese e che richiama sempre centinaia di famiglie in piazza Cavour.

A impersonare la simpatica vecchietta che, alle 18 in punto, calerà sulla città, è, come sempre, uno dei Vigili del Fuoco del Comando provinciale di Vercelli che, per una volta, utilizza le tecniche di Soccorso Speleo Alpino Fluviale, non per risolvere qualche situazione di emergenza ma per incantare grandi e piccini.

Il consueto incontro tra i vercellesi e la simpatica vecchietta sarà preceduto da un pomeriggio di musica, che prende il via alle 16 con i Jackson Live e il tributo a Micheal Jackson e con l'intrattenimento offerto da Comune, Ascom, Asm-Atena, Broken Eggs, Protezione civile e Iren. 

Accolta da applausi, foto e saluti di tutti, la Befana appena atterrata in piazza, inizierà il suo lavoro di distribuzione delle caramelle (oltre 110 i chili di scorta) che verranno donate a tutti i presenti non solo nella zona di "atterraggio", ma anche in quattro aree della piazza (via Cavour, zona Palco, via Gioberti e via Morosone). 

"Il tradizionale appuntamento - spiegano i Vigili del Fuoco - si ripete ormai da 22 anni, 20 dei quali in piazza Cavour, coinvolgendo il personale operativo dell'intero Comando che, in forma gratuita, attua tecniche realmente impiegate nelle operazioni di soccorso. La discesa della Befana è infatti una tecnica operativa del personale S. A. F. (Speleo Alpino Fluviale) che impiega una teleferica per fare volare, in totale sicurezza, la vecchina dalla Torre dell'Angelo (alta poco meno di 40 metri) fino alla piazza dopo una planata di circa 100 metri. La stessa manovra, viene utilizzata per il recupero ed il soccorso di persone ferite in aree impervie e il loro trasferimento in zone più sicure per essere successivamente trasportate nei centri medici".

Un pomeriggio di festa, da godere insieme, per chiudere degnamente il periodo natalizio.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore