/ Politica

Politica | 27 novembre 2019, 19:06

Pallet, via libera alla variazione al piano regolatore

Parere favorevole della maggioranza e del Pd. Tutti gli altri abbandonano l'aula

Pallet, via libera alla variazione al piano regolatore

Via libera alla proposta di correzione del piano regolatore che, di fatto, apre la strada all'insediamento dell'impianto di produzione dei pallet.

Con 20 voti favorevoli (Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia, Cannata e Pd a eccezione di Manuela Naso), e un astenuto (Alfonso Giorgio) il consiglio ha dato il via libera alla correzione delle norme attuative del piano regolatore relative al trattamento di acque luride e rifiuti.

Al voto non hanno partecipato SiAmo Vercelli, Movimento 5 Stelle e i consiglieri delle Liste Scheda contrari all'insediamento dell'impianto proposto da Iren e Asm.

“Nel piano regolatore approvato nel 2011 c'è un articolo riferito all'area Aiav che definisce le destinazioni compatibili e le azioni ammesse – aveva spiegato nell'introduzione il sindaco, Andrea Corsaro -. All'articolo 24 le azioni vengono ripetute le azioni autorizzate nel 6.5 viene saltata la parola acque luride e rifiuti. Non nascondo, ovviamente, che questa correzione è necessaria, così come richiesto dalla conferenza dei servizi, per dare il via all'insediamento dell'impianto di produzione dei pallet. Un impianto che è stato analizzato dagli organi tecnici e per il quale è stato eliminato l'utilizzo delle colle a base di formaldeide così come richiesto dal Comune”.

Come ampiamente anticipato attraverso i comunicati, Paolo Campominosi e Michelangelo Catricalà sono subito partiti all'attacco contro il progetto, andando anche a ricordare al presidente del consiglio, Gian Carlo Locarni, i suoi interventi ambientalisti contro l'impianto di biometano e biogas. Contrari anche Alberto Perfumo e Renata Torazzo, che hanno riassunto le motivazioni già espresse in sede pubblica. E contrarissimo anche Roberto Scheda: “Io voterei volentieri la delibera se fosse indipendente dal tema dell'insediamento dell'impianto per il pallet. Non contrabbandiamo una modifica come innocua, quando invece nasconde ben altro tema”.

Favorevoli invece i rappresentanti della maggioranza, certi che sarà il Comune di Vercelli a farsi carico dei controlli ambientali e parere favorevole anche dal Pd. “Nel merito dell'impianto – dice Michele Cressano - io mi fido di quanto è stato fatto dalla Conferenza dei Servizi con la revisione del progetto relativamente alle emissioni di formaldeide. L'impianto va a insediarsi su un'area industriale che ha quella vocazione. Il progetto è innovativo, porta posti di lavoro e radica la presenza di Iren sul territorio. Oltretutto la normativa ambientale è tra le più garantiste e avanzate”.

Via libera alla modifica, dunque, e – di conseguenza – all'impianto di Iren Asm.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore