/ Attualità

Attualità | 27 novembre 2019, 10:52

Riscaldamento e impianto elettrico ko: fuori uso la palestra Bertinetti

L'assessore Simion rassicura sui tempi di riapertura: "Entro una settimana al via i lavori di sostituzione della caldaia". Lavori in vista anche negli impianti di via Viviani, Pro Vercelli ed ex Enal

Riscaldamento e impianto elettrico ko: fuori uso la palestra Bertinetti

E' uno degli impianti sportivi di più recente costruzione ma, da quasi tre settimane, è di fatto "fuori uso" a causa della rottura della caldaia e dei problemi all'impianto elettrico.

Il cartello, affisso dal settore Cultura, Istruzione, Sport e Tempo libero apparso in questi giorni all'esterno della palestra Bertinetti di corso de Rege, non lascia dubbi: "Si comunica che la palestra Bertinetti è inagibile per problemi tecnici (elettricità e riscaldamento)".

A precisare i tempi tecnici di ripristino dell'impianto, utilizzato per gli incontri di volley della Mokaor e per gli allenamenti delle squadre, ma soprattutto per l'attività di educazione motoria degli studenti è l'assessore ai Lavori pubblici, Massimo Simion che, in questi giorni, ha effettuato un sopralluogo insieme ai tecnici per verificare la situazione.

"La vecchia caldaia - spiega - dev'essere sostituita e abbiamo già trovato il denaro occorrente e deciso per la soluzione tecnica da adottare. Entro una settimana dovrebbero arrivare le componenti del nuovo impianto di riscaldamento che poi verranno montante. Contestualmente si procederà anche ai lavori sull'impianto elettrico". 

Il guasto alla palestra Bertinetti non è il solo problema tecnico che si è presentato in queste settimane agli impianti di riscaldamento delle strutture sportive vercellesi. E' previsto in queste ore l'avvio dei lavori per la sostituzione della caldaia nelle strutture di via Viviani utilizzate per la ginnastica, e sono in procinto di partire anche i lavori di sistemazione di un guasto che affligge spogliatoi e docce alla Pro Vercelli Scherma.

"Si tratta di lavori onerosi dal punto vista economico per i quali abbiamo dovuto trovare le opportune coperture finanziarie - prosegue Simion -. Abbiamo scelto di intervenire in modo radicale, superando la logica dei rattoppi, per restituire alla città impianti che diano la garanzia di poter essere utilizzati per gli anni a venire".

Sempre sul versante degli interventi sportivi, Simion anticipa che, a breve, verrà anche effettuata la sistemazione del muro perimetrale della piscina ex Enal, puntellato da circa un anno.

fr

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore