/ Sport

Sport | 24 novembre 2019, 23:44

Troppa imprecisione sotto canestro

La Pallacanestro Femminile Vercelli sconfitta in casa dalla Beinaschese - Spazio a due 2001

PFV

PFV

 Pallacanestro Femminile Vercelli  - Beinaschese OTB  35-54

(Parziali: 7-16; 14-27; 24-43)

 Tabellino: Bassani ; Acciarino 4; Pollastro 9; Deangelis 2; Scarrone 4; Rey 2; Coralluzzo 2; Sarrocco n.e; Ronca 5; De Ciccio n.e; Leone S. 4; Bertelegni 3 -.

All. Wannes Pomelari – Aiuto  allenatore : Andrea Congionti.

Sonora sconfitta quella patita dalla PFV, in casa, ad opera della Beinaschese OTB –terza della classe con ambizioni di promozione - per 35-54, al termine di una gara in cui le vercellesi non sono mai riuscite ad entrare veramente in partita ed hanno subito per 40’ il ritmo delle avversarie, superiori a rimbalzo e più precise al tiro nonché in fase di manovra offensiva.

Sotto questi stessi profili le padrone di casa sono state, invece, piuttosto carenti: è ben vero che hanno messo in campo una buona difesa, che ha reso alcune palle recuperate e costretto le avversarie a numerose infrazioni di 24”, ma hanno anche buttato al vento ben 29 palloni per eccessiva precipitazione ed hanno avuto una percentuale di realizzazione troppo bassa per competere (31% con 13 su 41 al tiro totale).

Questi numeri hanno fatto sì che le ragazze di Pomelari stessero sempre sotto e facessero una fatica improba a segnare, sia per imprecisione sia per precipitazione, dovuta anche, quest’ultima, ad una spaziatura in campo non proprio felice. A parziale scusante il perdurare dell’assenza di Ansu (ancora in attesa di accertamenti clinici) che si fa sentire sotto le plance, cui si è aggiunta quella di Sarrocco in panchina per onor di firma  con una caviglia distorta.

Breve cronaca.

Primo quarto subito in salita per la PFV che, per i motivi di cui sopra, segnava con il contagocce e chiudeva 7-16. Nel secondo periodo la musica non cambiava, ancora solo 7 punti in retina e finiva 14-27. Nella ripresa un certo risveglio consentiva di arrivare sul 24-43 al 30’, che però no aveva effetti sul risultato

Al termine “onore delle armi” con le beinaschesi che interrompevano la loro ultima azione d’attacco a 11” dalla fine e scambiavano i saluti con le avversarie.

Wannes Pomelari ha approfittato di una partita così per dare minuti di esperienza in campo a chi solitamente gioca meno e far rifiatare chi ha sempre tirato la carretta sino ad ora. Primi canestri stagionali per le 2001 Bertelegni e Leone Sara.

 

(Claudio Roselli)

Claudio Roselli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore