/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 23 novembre 2019, 16:54

Pro Vercelli-Renate 2-2 Undici diavoli nella ripresa

Dallo 0 a 2 al 2 a 2, più due legni: ripresa incredibile della squadra di Gilardino

Mal, Rosso e Comi: una grande Pro, oggi

Mal, Rosso e Comi: una grande Pro, oggi

Pro Vercelli-Renate 2-2

Non erano leoni, erano 11 diavoli i giocatori che nel secondo tempo hanno pareggiato e sfiorato una vittoria che avrebbe avuto dell’incredibile.

 

Marcatori: Galuppini (R) al 1’; Galuppini (R) su rigore all’8’; Comi (PVc) al 51’; Masi (PVc) al 57’.

 

Ammoniti: Auriletto, Mal, Rosso della Pro Vercelli; Plescia, Damonte del Renate.

 

 

Formazioni

PRO VERCELLI (4-3-3): Moschin; Foglia, Masi, Auriletto, Quagliata; Schiavon, Varas, Mal; Azzi (Romairone dall’81’), Comi (Cecconi dall’81’), Simone Rosso (Della Morte dal 68’).
A disposizione: Saro, Cecconi, Bani, Della Morte, Volpatto, Russo, Pisanello, Romairone, Iezzi, Merio, Liberali, Bellucca.

All. Gilardino.

 

RENATE (3-4-1-2): Satalino; Damonte, Baniya, Possenti; Guglielmotti (Teso dal 54’), Militari, Ranieri, Anghileri; Grbac (Kabashi dal 60’); Galuppini, Maritato (Plescia dal 54’).

A disposizione: Stucchi, Teso, Magli, Kabashi, Plescia, Pizzul, Pelle, Marchetti, Rada, De Sena.

All. Diana.

 

Arbitro: Carrione, di Castellammare di Stabia

 

PRIMO TEMPO

Un minuto e Galuppini, servito da un colpo di testa di Maritato, porta in vantaggio il Renate.

Gara in salita. Tanto in salita, perché il Renato raddoppia.

Galuppini conquista palla (forse commettendo fallo), s’invola verso l’area, tira; la sfera incoccia il braccio (lardo) di Auriletto: rigore, che lo stesso Galuppini trasforma di sinistro spiazzando Moschin. Pro Vercelli 0 Renate 2, Auriletto ammonito, anche Gilardino. È il minuto 8.

Ammonito anche Mal (al 14’).

Azzi serve Schiavon, grand sinistro a giro dalla distanza, para molto bene Satalino. È il 15’ e la Pro Vercelli, finalmente, si rende pericolosa.

Punizione di Rosso, testa di Comi, para facile Satalino.

Ammoniti anche Rosso e Schiavon (4 gialli alla Pro, 0 al Renate).

Errore di Schiavon, ripartenza del Renate con Galuppini che serve Anghileri, che però sciupa allargandosi troppo.

Pro Vercelli che mantiene il possesso palla ma rischia le ripartenze avversarie.

Bianchi vini alla rete della speranza con Azzi che, dal fondo, scodella in area, all’altezza del secondo palo, dove c’è Comi che però non arriva a impattare la palla per una frazione e di secondo.

 

 

SECONDO TEMPO

Miracolo del portiere Satanino, al 46’: su angolo di Rosso, testa di Masi appostato sul primo palo, parata miracolosa del numero uno ospite.

Comiiiiiii: Schiavon mette in area, Azzi sulla linea del fondo mette in mezzo di testa, Comi insacca di testa. Pro Vercelli-Renate 1-2. È il minuto 51.

Quinta rete per bomber-Comi.

Doppio cambio nel Renate: fuori Guglielmotti e Maritato, dentro Teso e Plescia.

Punizione per la Pro, pennellata di Simone Rosso, Masi al centro dell’area salta più in alto di tutti: 2 a 2. Al 57’.

Pro Vercelli indiavolata: tiro di Schiavon fuori.

Primo ammonito del Renate, alleluja: Plescia.

Gran ripartenza di Mal, palla ad Azzi, cross troppo lungo per Comi, ma Varas e Mal sono galvanizzati.

Entra Della Morte, esce Rosso tra gli applausi, al 68’.

Renate… nel pallone: schiacciato nella propria metà campo non riesca a imbastire un’azione che sia una. Eppure nel primo tempo aveva stupito un po’ tutti.

Gilardino manda in campo Romairone e Cecconi. Escono Azzi e Comi, a nove dal termine.

Azione incredibile della Pro con ‘azione tanto insistita quanto confusa in area ospite, con un primo palo colpito da Schiavon, arriva Romairone, botta a colpo sicuro ma Satanino compie un miracolo, arriva Cecconi, tiro rimpallato e palla sulla traversa. È l’83’.

Pro Vercelli a testa bassa, con Quagliata, Della Morte e Romairone sugli scudi.

Scocca il novantesimo, recupero.

Finisce 2 a 2 con Gilardino che incitava i suoi ad attaccare. Voleva vincere, lui. Giustamente.

Remo Bassini

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore