/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 22 novembre 2019, 11:01

Gilardino: "Ripetere la prestazione di Como"

"Il Renate ha qualità di palleggio, noi dovremo essere corti e compatti"

Alberto Gilardino

Alberto Gilardino

“Dobbiamo portarci dietro la vittoria di Como, deve essere il nostro Dna, il modo in cui affrontare le prossime partite” dice Alberto Gilardino in conferenza stampa.  

Sulla partita di domani: “Il Renate è una squadra pericolosa, ha qualità in attacco e a centrocampo. Non è un caso se sono secondi, anzi, direi che sono ai livelli del Monza, con la differenza che il Monza ha un organico di due squadre. Cercheranno di metterci in difficoltà con le loro qualità nel palleggio. Dovremo giocare con grande coraggio, dovremo essere corti e compatti. Spero che anche domani, nonostante la pioggia, ci sia l'apporto del nostro pubblico, così come è successo a Como”.  

Soddisfatto del cammino della Pro Vercelli? “Non mi stancherò mai di ripeterlo, il nostro obiettivo è raggiungere i 40, 41 punti che ci permetteranno di salvarsi. Certo, prima li raggiungiamo e meglio è. Quello che importa, comunque, è la prestazione, gara dopo gara”  

Il Renate è una buona squadra, ma nelle ultime 10 giornate Renate e Pro Vercelli ha totalizzato gli stessi punti
“Stiamo costruendo qualcosa di importante. Dobbiamo continuare così. Sono due i fattori fondamentali che ti permettono di crescere: il lavoro sul campo, negli allenamenti, e la mentalità dei giocatori.​ Il giocatore quando si allena deve avere un solo obiettivo: migliorarsi”.  

Elenco degli indisponbili. Sangiorgi e Demarino Gilardino non li cita più. Gli altri, son talmente tanti che Gilardino se li è annotati. “Oltre agli squalificati Franchino e Ciceri, non ci saranno Graziano, Benedetti, Volpe, Grossi, Erradi, Carosso”.  

Russo non ha mai giocato mai dall'inizio, ma spesso è entrato, dimostrando di avere un'ottima tecnica e facilità nel saltare l'uomo. Forse non ha la propensione a difendere, in fase di non possesso.
“Russo deve allenarsi duramente, migliorarsi al cento per cento. Può giocare esterno a piede invertito, sottopunta, può fare il falso nueve. Non ha ancora fatto vedere le sue qualità. Noi lo stiamo aspettando”.

rb

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore