/ Cronaca

Cronaca | 08 novembre 2019, 11:39

Dà di matto al Pronto soccorso e aggredisce i carabinieri

In manette un 38enne che ha creato scompiglio in ospedale

L'intervento all'ospedale Sant'Andrea

L'intervento all'ospedale Sant'Andrea

Agitato perché la compagna, portata al Pronto soccorso per un malore, stava attendendo di essere visitata da un tempo più lungo di quello che lui riteneva legittimo, ha iniziato a dare in escandescenza contro i sanitari, impedendo loro di  lavorare (e allungando ovviamente i tempi per tutti).

Scene, purtroppo, non infrequenti nei Dea di molti ospedali, Vercelli compreso, purtroppo. Così, a malincuore, il personale sanitario ha chiesto l'intervento delle forze dell'ordine nella speranza di riportare la calma. Invece l'uomo, un 38enne di Vercelli, alla vista dei carabinieri anziché calmarsi ha iniziato a inveire contro di loro, minacciandoli e spintonandoli, nonostante fosse stato invitato a stare calmo e a uscire dal nosocomio. Poi, alla richiesta di esibire i documenti, si è rifiutato e, dimenandosi violentemente, ha costretto i militari a immobilizzarlo con l’aiuto dei colleghi di un'altra pattuglia accorsa in aiuto.

Alla fine il vercellese è stato accompagnato in caserma e, al termine degli accertamenti, dichiarato in stato di arresto per resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Inoltre è stato denunciato per oltraggio e interruzione di pubblico servizio. Su disposizione del pubblico ministero della Procura di Vercelli è stato posto agli arresti domiciliari per essere tradotto nella venerdì mattina innanzi al Tribunale per il processo per direttissima.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore