/ Attualità

Attualità | 08 novembre 2019, 18:30

Kiwanis, passaggio di consegne: Luca Brusotto nuovo presidente

La cerimonia al castello di Desana, al via il 39° anno di attività

Kiwanis, passaggio di consegne: Luca Brusotto nuovo presidente

Giovedì 24 ottobre, nella splendida cornice del Castello di Desana, ha avuto luogo la cerimonia del passaggio delle Insegne e della Campana tra il presidente uscente del Kiwanis Club Vercelli, Paolo Bello, e il presidente entrante, Luca Brusotto. Quello appena inaugurato è il 39° anno di vita del club vercellese. 

Alla presenza delle autorità kiwaniane guidate dal Luogotenente divisionale Domenico Lamantia e delle autorità civili e militari intervenute alla cerimonia, il presidente uscente Paolo Bello ha ricordato tutte le attività di service svolte durante l’anno di presidenza: i numerosi eventi in collaborazione con il mondo della scuola e a favore dell’infanzia, come nel DNA di un club service nato nel 1921 con lo scopo di “servire i bambini di tutto il mondo”, il premio We Build all’Associazione Ovest Sesia, tutte le molteplici iniziative di solidarietà verso i più bisognosi, e, non ultimo e riconosciuto da tutti i soci, l’impegno profuso dal punto di vista comunicativo per migliorare la visibilità del club ed una maggiore diffusione degli ideali kiwaniani nel territorio di riferimento.  

Il nuovo presidente Luca Brusotto ha poi presentato il nuovo Consiglio direttivo che lo affiancherà e sarà così costituito: Gianni Marino vice-presidente, Loretta Caliman, Letizia Filippone e Angelo Santarella consiglieri. Faranno parte del Consiglio direttivo anche il past president Paolo Bello, il presidente eletto Mario Barasolo, che guiderà il club nell’anno sociale 2020-2021 e il past luogotenente Rachele Orsani. Gli officers saranno: Luisella Torriano segretario, Gian Domenico Ciocchetti tesoriere, Eliseo Santoro cerimoniere e Piero Castello webmaster.

Luca Brusotto, 46 anni, nuovo presidente per l’anno sociale 2019-2020 è kiwaniano da nove anni; nella sua vita lavorativa è il Conservatore del Museo Leone e del Museo Archeologico della Città di Vercelli. Nell’illustrare le sue proposte programmatiche ha affermato la necessità di una continuità di azione con quella dei suoi predecessori allo scopo di effettuare services efficaci e in grado di coniugare le necessità di chi riceve con l’esigenza di chi dona di avere la certezza che il suo impegno sia stato risolutivo. Sarà inoltre un anno dedicato al nostro futuro, ovvero ai giovani e alle loro competenze, cercando di mettere in evidenza storie più o meno conosciute di ragazzi del nostro territorio che hanno saputo farsi strada e realizzarsi in diversi contesti lavorativi e di aggregazione sociale.

I ringraziamenti finali hanno unito tutti i presenti nel commosso ricordo di Italo Monetti ed Enrico Villa, soci kiwaniani di recente scomparsi. 

Il primo appuntamento del nuovo anno kiwaniano è fissato per il 14 novembre in occasione della prima riunione conviviale in programma al Circolo Ricreativo.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore