/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 06 novembre 2019, 16:59

Coppa Italia. Battuto il Carpi, Pro Vercelli qualificata

Decisiva la rete di Varas, buona la gara di Merio e Ciceri

Iezzi, autore di una buona prova

Iezzi, autore di una buona prova

Pro Vercelli-Carpi

Lo schieramento iniziale della Pro.

Gilardino fa esordire il giovane centravanti Ciceri, propone dal primo minuto il giovane centrocampista Merio (scuola Juventus), mentre in difesa affida la maglia di terzino destro al rientrante Iezzi. Saro in porta, dunque, davanti a lui la difesa a quattro composta da Iezzi, Carosso, Auriletto, Volpe; il centrocampo vede Grossi play con Varas e Merio mezzeali; Romairone e Della Morte agiscono da ali a supporto di Ciceri.

 

Le formazioni.

Pro Vercelli: Saro; Iezzi, Carosso, Auriletto, Volpe (Foglia dal 46’); Varas (Erradi dal 46’), Grossi (Zaffiro dall’81’), Merio; Della Morte, Ciceri (Cecconi dal 71’), Romairone (Russo dal 46’).

A disposizione: Moschin, Foglia, Erradi, Cecconi, Volpatto, Russo, Pisanello, Liberali, Zaffiro. All. Gilardino.

 

Carpi: Rossini (Celeste dal 91’); Mastej, Varoli, Boccaccini, Clemente; Simonetti, Fofana (Maroni dall’88’), Carta; Maurizi (Van der Heijden dal 46’), Carletti (Tommasone dal 74’), Zerbo.

A disposizione: Celeste, Rossoni, Pezzi, Hraiech, Saric, Sabotic, Ligi, Van der Heijden, Maroni, Lomolino, Tommasone. All. Riolfo.

 

Arbitro Nicolini della sezione di Brescia

 

Marcatori: Varas (PBv) al 7’

 

Ammoniti: Russo, Varas, Grossi della Pro Vercelli; Simonetti, Clemente del Carpi

 

Primo tempo:

Merio a Della Morte, cross per Varas, il suo tiro al volo è bello ma centrale; il portiere del Carpi, Rossini, non trattiene e la palla si deposita in rete (mezza autorete, insomma), ma la Pro al 7’ è (al suo primo tiro in porta) già in vantaggio. 1 a 0.

Uscita plastica e sicura di Saro al 13’: applausi.

Mischia in area del Carpi, la palla incoccia il palo, poi sulla ribattuta i bianchi invocano un penalty per fallo di mano.

Cross dalla destra di Della Morte, inzuccata di Romairone, alta madi poco. Applausi.

Si fa male Volpe, che esce in barella e in lacrime lascia il terreno di gioco in barella.

 

Secondo tempo:

Tre cambi nella Pro. Foglia al posto di Volpe, Russo per Romairone, Erradi per Varas.

L’arbitro nega un penalty alla Pro per mano quanto mai evidente, ammonito Gilardino per proteste. Angolo, Russo mette dentro di testa, ma l’arbitro annulla perché la palla sarebbe uscita.

Russo ammonito.

Carpi vicino al pareggio su angolo: Boccaccini schiaccia bene di testa, palla fuori ma non di molto. È il 53’.

Ammonito Grossi.

Carpi più intraprendente.

Entra Cecconi ed esce Ciceri, autore di una buona prova. È il 71’.

Russo è una spina nel fianco della difesa ospite.

Ripartenza di Russo, Clemente lo stende, ammonito.

A 9 dal termine, tra gli applausi esce Grossi, entra Zaffiro, 17 anni come Carosso.

Ancora Russo, avanza, cede a Merio, tiro fuori, ma l’azione è bella.

Azione confusa in area del Carpi, tiro di Erradi, para il portiere, mancano 4 minuti.

Cecconi si fa largo in area, crossa ma Erradi non arriva in tempo.

A 3’ dal termine, il tecnico del Carpi fa esordire il terzo portiere, Celeste.

La Pro passa il turno di Coppa Italia e i tre osservati speciali di Gilardino – Iezzi, Merio e Ciceri – hanno superato l’esame.

rb

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore