/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 03 novembre 2019, 17:02

Olbia-Pro Vercelli 1 a 1. Giusto così

Una partita combattuta, equilibrata

Russo, che è entrato nella parte finale della gara

Russo, che è entrato nella parte finale della gara

Un punto giusto, un punto prezioso per la squadra di Gilardino, ecco la cronaca.

PRIMO TEMPO

Nell’Olbia c’è un giocatore – il centrocampista Biancu – che batte i corner come Mammarella, ma di destro: e al primo minuto costringe Moschin a una parata di pugno.

Risponde Schiavon con un tiro da centrocampo, fuori, ma l’idea era buona.

Fallaccio di Lella su Erradi, al 13’. Ammonito. Fin qua, poco da segnalare. L’Olbia preme, ma non al punto di impensierire Moschin.

Il gioco è speculare: le due squadre si bloccano a vicenda, non ci sono spazi.

Al 22’, Doratiotto approfitta di un errore di Foglia, entra in area, tiro alto.

Al 27’ Olbia vicino al vantaggio con un bel tiro da fuori area di Lella, brivido per Moschin.

Cross di sinistro di Azzi per la testa di Comi che però colpisce debolmente: alleluja, è il primo attacco della Pro.

Schiavon, per ora, è il migliore dei bianchi. Buoni gli spunti sulla sinistra della coppia Quagliata-Rosso (supportati da Masi).

Cross di Quagliata dalla sinistra per Comi, autogol di La Rosa che allunga nella propria porta nel tentativo di anticipare Comi. Pro in vantaggio al 42’.

Il guardalinee alza la bandierina per fuorigioco forse di Comi, ma l’arbitro convalida.

Azzi, cross velenoso, non ci arriva nessuno. Fine primo tempo.

 

 

SECONDO TEMPO

Al 50’ pareggia l’Olbia. Su punizione di Vallocchia, Ogunseye anticipa tutti e insacca: 1 a 1.

Bello scatto di Rosso che crossa per la testa di Azzi, anticipato però dall’ex terzino del Cagliari Pisano.

La Pro Vercelli pare più spigliata, l’Olbia, in effetti, ha allentato il pressing a tutto campo.

Gilardino ne cambia tre: esce Azzi ed entra Russo; esce Rosso ed entra Varas; esce Erradi ed entra Bani. È il 59’.

Ripartenza dell’Olbia, ma la rete di Parigi è annullata per fuorigioco.

Quarto cambio nella Pro, esce Comi entra Cecconi.

E Cecconi timbra il cartellino con un colpo di testa, a lato, su bel cross di Quagliata.

A 13 dal termine può succedere di tutto, la partita è infatti aperta, con le due squadre allungate.

Fallo su Quagliata, punizione battuta malissimo da Schiavon, che spara un cross-bordata sul quale nessuno può arrivare, siamo a meno 11 minuti.

Parigi semina scompiglia, cross per Biancu che di testa manda alto, è l’82’.

L’arbitro caccia il tecnico dell’Olbia per proteste. Mancano 4 minuti più recupero.

Ripartenza Olbia con un tiro velenoso di Vallocchia, para e blocca Moschin.

Punizione per l’Olbia ma il tiro di Vallocchia si infrange sulla barriera. È il 90’.

Quattro di recupero, non succede nulla di rilevante.

 

MARCATORI: La Rosa autogol (PVc) al 42’. Ogunseye (O) al 50’.

 

AMMONITI: Lella, Ogunseye, Vallocchia dell’Olbia.

 

Arbitro Bitonti di Bologna

 

 

OLBIA (4-3-1-2): Crosta; Mastino, La Rosa, Gozzi (Della Bernardina dal 31’), Pisano; Biancu, Muroni, Lella; Vallocchia; Ogunseye, Doratiotto (Parigi dal 51’).

A disp. Van der Want, Barone, Miceli, Pennington, Della Bernardina, De Marcus, Verde, Zugaro, Parigi, Manca. All. Filippi.

 

PRO VERCELLI (4-3-3): Moschin; Foglia, Masi (Auriletto dall’89), Benedetti, Quagliata; Mal, Schiavon, Erradi (Bani dal 59’); Azzi (Russo dal 59’), Comi (Cecconi dal 75’), Rosso (Varas dal 59’).

A disp. Saro, Auriletto, Cecconi, Bani, Della Morte, Volpe, Russo, Iezzi, Franchino, Carosso, Varas. All. Gilardino.

rb

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore