/ Politica

Politica | 31 ottobre 2019, 17:50

Parco archeologico: pronti 850mila euro per valorizzare i siti vercellesi

L'annuncio in Consiglio comunale, dove si è tornati a parlare dell'acquisto dell'Anfiteatro

Una delle visite guidate organizzate nell'area dell'Anfiteatro di viale Rimembranza

Una delle visite guidate organizzate nell'area dell'Anfiteatro di viale Rimembranza

Il ministero per i Beni e le Attività Culturali ha pronti 850mila euro per i siti archeologici di Vercelli.

Lo ha annunciato l’assessore Luigi Michelini durante la discussione (accesa) su una variazione di bilancio di 25mila euro “che servivano per incrementare la cifra per l’acquisto della Ca’ di Rat in caso di asta – ha spiegato - ma poiché l’asta non è avvenuta si è proceduto all’acquisto dell’immobile (a 89mila euro) e i 25mila euro, quindi, non servono più. Ma dal momento che la procedura è stata avviata, precediamo egualmente con la variazione, con l’impegno di reintegrare la cifra appena possibile”.

Prima di Michelini, l’acquisizione era stata criticata dal consigliere Caricalà, mentre il consigliere Campominosi era entrato a gamba tesa sull’opificio romano (“fu consegnato alla Sovrintendenza, al posto dell’opificio ci sarà un parcheggio che a tutti i vercellesi ricorderà un modo di amministrare che deve essere cambiato”).

Questo prima dell’intervento di Michelini che ha spiegato come l'arrivo degli 850mila euro sia vincolato a progetti archeologici su aree di proprietà comunali.

È poi intervenuto il consigliere Cressano: “Il Comune ha fatto bene a fare domanda per l’asta, anche perché c’era il mandato del Consiglio. Un parco archeologico si costruisce passo dopo passo. Mi congratulo con assessore e sindaco, perché la valorizzazione archeologica è importante. Sull’opificio romano ci fu una valutazione della Sovrintendenza, e il Comune in base a quelle indicazioni”.

Soddisfatto il sindaco Corsaro: “Museo Leone, Museo Archeologico, Anfiteatro, Domus del Brut Fund: stiamo lavorando per dare vita a un grande progetto archeologico”.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore