/ Sport

Sport | 28 ottobre 2019, 09:05

Una brutta partita e alcuni minuti di paura

La PFV rimedia una brutta sconfitta contro La Lucciola Novara - Panico quando la Ansu è caduta, priva di sensi

Una brutta partita e alcuni minuti di paura

Domenica 27 ottobre a Novara - Palabellini

La Lucciola Novara - Pallacanestro Femm.le Vercelli  48-37

(Parziali: 14-9; 30-20; 37-30)

 Tabellino: Bassani 2; Acciarino 2; Pollastro 6; Ansu 11; Deangelis 3; Scarrone 13; Rey ; Coralluzzo ; Sarrocco ; Bertelegni:; Ronca; De Ciccio n.e.-.all. Wannes Pomelari – aiuto  allenatore : Andrea Congionti.

 

Pessima gara quella disputata a Novara dalla PFV, che torna sconfitta da La Lucciola per 48-37, ma quel che più è rimasto impresso nella memoria dei presenti è stato il finale di gara piuttosto drammatico quando, a poco più di 1’30” dal termine dopo uno scontro fortuito di gioco, Carol Ansu cadeva a terra e perdeva i sensi, mandando nel panico un po’ tutti..

Subito soccorsa, la giovane vercellese veniva trasferita in ambulanza all’Ospedale di Novara, dove era sottoposta a tutti gli accertamenti del caso e da dove – qualche ora dopo – fortunatamente veniva dimessa essendosi ripresa bene, circondata dall’affetto delle compagne e dei dirigenti presenti con lei presso il nosocomio.

Passato lo smarrimento che ha preso un po’ tutti coloro che erano al seguito della squadra, resta poco da dire della partita. E’stata giocata male dalle vercellesi che forse non ci sono mai state con la testa ed hanno avuto percentuali disastrose al tiro (fatte salve due sole giocatrici). Probabilmente la rivalità si è fatta sentire oltre il limite, o magari la presenza nelle file avversarie di ex compagne ed ex allenatore ha giocato un brutto tiro dal punto di vista emozionale, fatto sta ed è che la PFV non è quasi mai stata in partita, subendo da subito la maggior determinazione delle avversarie (14-9 al 10’) e perdendo via via terreno sino al 30-20 di metà gara. Nella ripresa Acciarino e C. hanno tentato il riaggancio (37-30 al 30’) giungendo a -6 a 5’ dal termine, ma non riuscendo mai ad impensierire seriamente le novaresi sino allo spavento non indifferente per quanto occorso ad Ansu, dal che la presenza in campo nel finale è stata solo formale, con conseguente dilatarsi dello score.

Claudio Roselli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore