/ Politica

Politica | 24 ottobre 2019, 10:42

Pd: "A fianco del popolo curdo"

Un ordine del giorno in consiglio comunale

Alberto Fragapane, Pd

Alberto Fragapane, Pd

“Abbiamo protocollato un Ordine del Giorno in cui chiediamo al Consiglio Comunale di Vercelli di esprimere condanna e forte preoccupazione per l’attacco lanciato dalla Turchia alle città della Siria del Nord e solidarietà alle comunità curde, impegnandosi a promuovere concrete iniziative di solidarietà per il ripristino dei diritti umani” scrive Alberto Fragapane.

Con lui hanno firmato Maura Forte, Michele Cressano, Manuela Naso e Carlo Nulli Rosso (Partito Democratico), Alfonso Giorgio (Vercelli per Maura Forte).

Alcuni passi del documento.
“Esprimiamo condanna e forte preoccupazione per l’attacco lanciato dalla Turchia alle città della Siria del Nord;  

“Esprimiamo solidarietà alle comunità curde, impegnandosi a promuovere concrete iniziative di solidarietà per il ripristino dei diritti umani e in una prospettiva di cooperazione istituzionale tra amministrazioni locali; 

“Ed esprimiamo preoccupazione anche per ciò che la Turchia sta vivendo oggi perché si tratta di una crisi democratica e civile che crea timori e inquietudini, anche considerando il ruolo geopolitico che la Turchia svolge a livello internazionale. Una crisi che l'Europa e la sua diplomazia non possono ignorare;

Il Consiglio comunale, quindi,

“Condanna e forte preoccupazione per l’attacco lanciato dalla Turchia alle città della Siria del Nord;  

“Esprime solidarietà alle comunità curde, impegnandosi a promuovere concrete iniziative di solidarietà per il ripristino dei diritti umani e in una prospettiva di cooperazione istituzionale tra amministrazioni locali; 

“Esprime preoccupazione anche per ciò che la Turchia sta vivendo oggi perché si tratta di una crisi democratica e civile che crea timori e inquietudini, anche considerando il ruolo geopolitico che la Turchia svolge a livello internazionale. Una crisi che l'Europa e la sua diplomazia non possono ignorare;

E infine “Invita Il Sindaco Andrea Corsaro, in qualità di Presidente di ANCI Piemonte, a farsi portavoce di queste istanze in sede di ANCI regionale e nazionale, al fine di giungere ad una posizione di condanna univoca dei comuni piemontesi ed italiani

E “Dispone pertanto la trasmissione della presente risoluzione ai Presidenti della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica; al Ministero degli Esteri; al Parlamento europeo; al Consiglio d’Europa.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore