/ Crescentino

Crescentino | 08 ottobre 2019, 11:34

Falchi addestrati per il controllo dei piccioni, sacchetti e bottiglietta per i cani e ordinanze "anti-cicche"

CRESCENTINO: IL COMUNE PREPARA UN PACCHETTO DI MISURE PER IL DECORO URBANO E, INTANTO VARA LA PULIZIA STRAORDINARIA DEI PORTICI E LA POSA DI NUOVI CESTINI

Il lavaggio dei portici è una delle misure già avviate

Il lavaggio dei portici è una delle misure già avviate

Arrivano i falchi per combattere il proliferare indiscriminato e dannoso dei piccioni. Così come ha fatto Trino, anche Crescentino intende adottare questi "sistemi di controllo naturale" dei volatili, bell'ambito di un più ampio pacchetto di iniziative volte a rendere più bella, pulita e attrattiva la città.

Iniziando dai piccioni, dunque, l'amministrazione guidata da Vittorio Ferrero intende adottare una delibera ad hoc per vietare la somministrazione ai colombi e ai piccioni di qualsivoglia mangime, imporre l'obbligo, ai proprietari di immobili, agli amministratori degli stabili e a chiunque abbia la disponibilità di uno o più edifici in ambito urbano di provvedere a una adeguata pulizia delle aree di sosta e di nidificazione dei colombi e dei piccioni, alla posa di dissuasori meccanici e alla chiusura degli spazi di nidificazione. Il Comune si impegnerà ad adottare metodi integrati indiretti quali appunto il bird control e a valutare la cattura di una frazione di animali con l’impiego di gabbie-trappola selettive.

Sempre sul versante animali, ma questa volta di compagnia, sono in arrivo ordinanza e controlli più severi in tema di deiezioni canine. "L'ordinanza - spiega in una nota il sindaco Ferrero - disporrà di provvedere immediatamente alla raccolta delle deiezioni, alla pulizia dei luoghi e al corretto smaltimento delle feci qualora il cane sporchi in luoghi pubblici o aperti al pubblico. Sarà anche prescritto di munirsi, durante l’accompagnamento dei cani, di apposite palette, sacchetti per la raccolta e di bottigliette d’acqua da versare sulla superficie lordata dall’urina e dalle feci".

Giro di vite in vista anche sulla cattiva abitudine che hanno molti fumatori di gettare a terra i mozziconi di sigaretta (ma anche sull'abitudine, di fumatori e non, di appallottolare e lanciare in strada gli scontrini o quella, ancor più fastidiosa, di sputare in strada le gomme da masticare): l’ordinanza “anti cicche” vieterà dunque di gettare a terra, nelle acque, nelle caditoie e negli scarichi rifiuti di prodotti da fumo e di piccolissime dimensioni, come scontrini, gratta e vinci, fazzoletti di carta e gomme da masticare. I trasgressori saranno sanzionati con multe che potranno arrivare fino a 300 euro. La stessa ordinanza prescriverà l’obbligo per bar, ristoranti, chioschi, tabaccherie, centri scommesse, banche, uffici postali, e così via di dotarsi all’esterno, nelle immediate vicinanze, di contenitori portacenere per i rifiuti di prodotti da fumo.

 

"Il Comune - prosegue Ferrero - continuerà a fare la propria parte per rendere Crescentino più bella: abbiamo avviato una programmazione certa delle uscite della motoscopa, dato una nuova dotazione di strumenti per la squadra di manutenzione comunale e avviato la pulizia straordinaria dei portici. Poi, visto che occorre anche manter pulito, nelle prossime settimane saranno posizionati 30 nuovi cestini con posacenere che verranno installati nei viali da piazza IX Martiri a piazza Garibaldi e in alcune vie del centro a oggi sguarnite".

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore