/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 04 ottobre 2019, 16:23

La Pro Vercelli darà l'anima, come sempre

ALBERTO GILARDINO PRIMA DEL DERBY DI NOVARA - GIOCHEREMO ANCHE PER I FITOSI CHE NON CI SARANNO

Gilardino in conferenza stampa

Gilardino in conferenza stampa

Non ci sarà il perno della difesa, Alberto Masi, al palo per una lesione agli adduttori, non ci sarà il terzino Michele Foglia, per una sublussazione alla spalla, non ci sarà il solito tifo vercellese, che negli anni passati ha sempre onorato la partita di Novara. Il derbyssimo, con i cugini che partono favoriti: 7 partite, 1 sconfitta con il Monza, poi 4 vittorie e due pari; e la difesa ha subito solo 3 gol.

“È un derby che va rispettato, come ogni partita del resto. Il nostro obiettivo è la salvezza e, quando giochiamo, dobbiamo lottare per guadagnate centimetro per centimetro, metro per metro” dice Alberto Gilardino.

IL tecnico spera di poter recuperare il difensore centrale Benedetti, che non è al meglio; la coppia centrale dovrebbe essere quindi composta da Auriletto e Benedetti, oppure Carosso.
In attacco torna Cecconi (con la mascherina protettiva), “ma la formazione la devo ancora decidere” precisa il tecnico. Chi, insomma, tra Comi e Cecconi al centro dell’attacco?

Mister, il Novara prende pochi gol. Noi ne facciamo pochi.

“Noi abbiamo lavorato molto sulla fase difensiva. I pochi gol? Dobbiamo lavorare sulle motivazioni”.

Lui, Gilardino, ne sa qualcosa di motivazioni: quando giocava, giocava per vincere e per segnare.

Mister, ci saranno pochi tifosi, pare 140, che è un record negativo.

“Sì, ho letto delle Curva, giocheremo anche per loro e per chi non potrà esserci. La formazione non l’ho decisa ma una cosa la so: chi scenderà in campo darà l’anima”

rb

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore