/ Spettacoli

Spettacoli | 26 settembre 2019, 18:18

La calda stagione degli Anacoleti

OTTO PROPOSTE (PIU' UNA) DI QUALITA', CON GRANDI ATTORI DELLA DRAMMATURGIA CONTEMPORANEA (VIDEO) E TESTI IMMORTALI - UN LABORATORIO APERTI A TUTTI, DI DUE GIORNI

Sandro Gino, Nadia Macis e Alessandro Castigliano alla presentazione della stagione degli Anacoleti

Sandro Gino, Nadia Macis e Alessandro Castigliano alla presentazione della stagione degli Anacoleti

“Gli spettacoli della rassegna, che quest’anno abbiamo battezzato ‘Eretica’ li abbiamo scelti insieme a Piemonte dal vivo ma solo dopo averli visti.  È un teatro che vuole rimanere teatro, che non vuole commistioni con il piccolo schermo” dice Sandro Gino degli Anacoleti.

“Il pubblico di Vercelli, oltre alla stagione tradizionale organizzata dal Comune, avrà l’opportunità di vedere questa rassegna di valore; permettetemi di fare un nome, quello di Elio Germano” dice Nadia Macis, della Fondazione Piemonte dal Vivo.

Siamo al bar Cavour, nella saletta al primo piano. Con Sandro Gino e Nadia Macis c’è Alessandro Castigliano. Presentano la stagione degli Anacoleti, una grande stagione, da far invidia a tanti. Castigliano, inoltre, è il regista della prima proposta, che vedrà in scena attori “fatti in casa”. “Lo spettacolo – racconta Castigliano – lo abbiamo scritto mentre facevamo le prove”. Un po’ come succedeva ai tempi di Goldoni.

Ecco le date e i titoli.

Prima proposta

Venerdì 18 ottobre e domenica 20, “La grande notte”. Dal romanzo di Chris Adrian, scrittore coevo. La regia è di Alessandro Castigliano. La produzione è dell’Officina degli Anacoleti.

Seconda proposta

Venerdì 22 novembre “Lo straniero. Un funerale”. Di Federica Garolla, con Woody Neri, la regia di Renzo Martinelli: ispirato all’omonimo romanzo di Albert Camus.

Terza proposta (con laboratorio)

Venerdì 10 gennaio 2020 “Otello” di William Shakespeare con Davide Lorenzo Palla. Regia di Riccardo Mallus. Sarà un Otello in cui si chiederà allo spettatore di immaginare gli eventi grazie al racconto di cantastorie contemporanei.
Davide Lorenzi Palla il 5 e il 6 ottobre terrà due laboratori aperti a tutti; i migliori verranno scelti e avranno la possibilità di recitare, aprendo gli spettacoli dello stesso Palla.

Quarta proposta

Venerdì 24 gennaio  “4:48 Psychosis”. Con Elena Arvigo, regia di Valentina Calvani. Il biglietto da visita di questo spettacolo può essere la frase “c’è bisogno di un teatro che risvegli nervi e cuori”.

Quinta proposta

Domenica 2 febbraio, “Segnale d’allarme – La mia battaglia VR” con Elio Germano. “Sarà in Piemonte solo due volte, e una sarà questa. Con una sorpresa che adesso non vi svelo” ha detto la Macis.

Sesta proposta, fuori stagione (per Rassegna Concentrica)

Venerdì 21 febbraio “I ragazzi del massacro”, tratto dal romanzo di Giorgio Scerbanenco, con Stefano Annoni, Diego Paul Galtieri, Federica Gelosa. Regia di Paolo Trotti. In collaborazione con il Teatro della Caduta.

Settima proposta

Venerdì 6 marzo “Amleto take away” di e con Gianfranco Berardi e  Gabriella Casolari. Berardi con questa interpretazione ha vinto il Premio Ubu 2018 come migliore attore.

Ottava proposta

Venerdì 27 marzo “La sorella di Gesucristo”, di e con Oscar De Summa. Una storia tanti semplice quanto terribile: il tema è la violenza sulle donne e le sue implicazioni culturali.

Nona proposta

Venerdì 17 aprile, “Mistero Buffo” di Dario Fo, cinquant’anni dopo la prima versione. Con Matthias Martelli, regia di Eugenio Allegri. Una proposta dello Stabile di Torino.

Per informazioni

335.5750907

www.anacoleti.org

spettacoli@anacoleti.org.

rb

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore