/ Attualità

Attualità | 18 settembre 2019, 13:12

Dispositivi di sicurezza, rispetto delle regole, emozioni sotto controllo: "Zero morti sulle strade"

CAMPAGNA DELLA POLIZIA STRADALE E INCONTRI NELLE SCUOLE SCUOLE SUPERIORI VERCELLESI

Dispositivi di sicurezza, rispetto delle regole, emozioni sotto controllo: "Zero morti sulle strade"

Per quanto riguarda la città di Vercelli, questa iniziativa si è svolta nella mattinata odierna all’Istituto Tecnico Industriale Statale Giulio Cesare Faccio, alla presenza del comandante della Sezione Polizia Stradale di Vercelli, commissario capo Chiara Massi, del sovrintendente Michelangelo Cervellera e dell’agente scelto Francesca Di Leo, relatori della conferenza unitamente a Laura Musazzo, referente del Provveditorato degli Studi, e delegata provinciale del Coni.

Tale incontro, ha avuto luogo volutamente in prossimità della giornata del 26 settembre, denominata “European Day Without a Road Death (Zero morti sulle strade) nel corso della quale verranno svolti in tutta la penisola, durante l’intero arco della giornata, mirati servizi di controllo della velocità mediante l’utilizzo di tutte le apparecchiature elettroniche in uso alla polizia stradale, anche in ambito autostradale.

La giornata, si inserisce all’interno della campagna di sensibilizzazione denominata “Tispol – Edward”, e l’incontro di oggi ha avuto modo di richiamare l’attenzione degli studenti sulle regole poste alla base della circolazione stradale, ancora oggi eluse in maniera considerevole.

I relatori hanno spiegato i rischi concreti derivanti dalla violazione di regole di condotta di guida basilari, quali l’uso del telefono cellulare durante la marcia, il mancato utilizzo dei sistemi di ritenuta sugli autoveicoli e del casco protettivo per quanto riguarda ciclomotori e motocicli, rivelatisi essere spesso dei veri e propri “salva – vita”.

In merito, è stato indicato agli studenti il sito https.//projectedward.eu, visitabile per una conoscenza più approfondita degli argomenti interessati dalla campagna.

I relatori hanno affrontato anche i temi correlati alla gestione delle emozioni e dell’ansia durante la guida, quali fattori di distrazione, nonché della rabbia, elementi già affrontati in maniera più approfondita in occasione del Progetto “Icaro 2019”, nato dalla collaborazione fra i Ministeri dell’Intero e della Pubblica Istruzione.

Sempre nel rispetto dello slogan “zero morti sulle strade", sono stati trattati i rischi per la  sicurezza stradale, oltre che per la salute stessa del conducente, correlati all’assunzione di bevande alcooliche e/ o di sostanze stupefacenti o psicotrope, in relazione alla successiva guida del veicolo.

A tal proposito sono state analizzate le conseguenze derivanti da tali condotte, ossia la “falsa rappresentazione della realtà”, data da alterazione sensoriale, e la sempre attuale importanza della figura del “guidatore designato”.

L’incontro è stata una occasione per gli studenti per poter effettuare interventi e porre domande relative ai temi trattati, a dimostrazione dell’efficacia degli accordi, nel caso di specie, fra la  Sezione Polizia Stradale e il Provveditorato agli Studi di Vercelli, tanto che tale meeting si ripeterà nella giornata di giovedì 19 settembre, all’Istituto Tecnico Industriale Galileo Galilei di Santhià.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore