/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 24 agosto 2019, 11:07

Pro Vercelli si parte. Con 5 assenze

DUBBI SUL RECUPERO DI CECCONI (NEL CASO, DA CENTRAVANTI AGIRA' SIMONE ROSSO). GROSSI (ASPETTANDO MASI) AL CENTRO DELLA DIFESA

Gilardino, per lui, domani, è l'esordio in C

Gilardino, per lui, domani, è l'esordio in C

Prima di campionato, «che sarà uno scontro diretto tra due squadre che lotteranno per non retrocedere» precisa Alberto Gilardino.

«Noi ci siamo preparati bene, insomma siamo determinati. Il gruppo, io stesso e il mio staff abbiamo voglia di migliorarci. La Pianese è una buona squadra, davanti ha attaccanti veloci. Cercheremo di colpirla nei suoi punti deboli. Mi auguro, domani, di avere il supporto del pubblico vercellese...».

Ci sarà bisogno del pubblico e dei forza Pro e degli applausi, anche perché questa Pro Vercelli ancora indefinita (Crescenzi, Milesi e Comi sono in partenza; a completare la rosa dovrebbe arrivare un attaccante) ha un bel po' di problemi. Oltre a Sangiorgi, De Marino e Iezzi, che non sono assenze da poco, nella Pro di Gilardino, domani, ci possono essere due problemi. Altre due assenze, che sommate, in tutto, fanno cinque.

Cecconi infatti è incerto e Masi non è pronto.

Se Cecconi non ce la dovesse fare, come punta centrale Gilardino impiegherà Simone Rosso («che ha tecnica e le caratteristiche di un attaccante di movimento», spiega il tecnico) con il giovane Samuel Ciceri («che si sta allenando molto e molto bene») pronto a subentrare.

Passiamo al problema della coppia di centrali. Masi è un gran bell'acquisto. Dovrà guidare lui la difesa, dettare i tempi, e poi è forte nel gioco aereo. Ma non è pronto, e quindi con la Pianese partirà dalla panchina. Milesi, che ora è un punto fermo, ormai, è in partenza. E quindi la coppia centrale sarà composta da Auriletto e Grossi, che arrivò dalla primavera della Roma ai tempi di Grassadonia, ma che ha fatto fatica, poi, sia con Grassadonia che nella Primavera di Grieco che nel Gozzano. «Ma ho fiducia in questi giocatori» precisa però Gilardino. «Non lo vedo come centrocampista, in fondo Grossi nella Primavera della Roma giocava centrale».

Ma vediamo, ruolo per ruolo, quale Pro potrebbe scendere in campo. Il modulo sarà il 4-3-3 con gli esterni che, in fase difensiva, dovranno tornare.

Moschin in porta.

Franchino sulla fascia destra. Quagliata («ormai è il suo ruolo» conferma Gilardino) oppure Volpe a sinistra.

Auriletto e Grossi difensore centrali. Schiavon (che sembra in forma e soprattutto sembra rinato) davanti regista davanti alla difesa. Per le due maglie da mezze ali, Gilardino dovrà scegliere tra Mal, e i neo acquisti Varas e Graziano. (Varas e Mal garantiscono qualità in fase offensiva, Graziano è più bravo in interdizione) Azzi agirà da ala destra. Rosso (oppure Russo, altro acquisto interessante di Varini) sulla corsia mancina. Cecconi o Rosso al centro dell'attacco, con Ciceri pronto per l'uso.

La squadra, quindi, è fatta o quasi. «Ben venga la fine del mercato, perché ti consente di lavorare su un gruppo definito» dice Gilardino. Arriverà un attaccante? «Non so, può darsi».

Remo Bassini

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore