/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 15 agosto 2019, 16:08

Cinque tesserati: ecco la nuova Pro Vercelli

POTREBBE ESSERE UNA SQUADRA DA PLAY OFF, MA CI SONO DUE GRANDI PROBLEMI: GLI INFORTUNI E UN ORGANICO TROPPO GIOVANE

Moschin (foto Ivan Benedetto)

Moschin (foto Ivan Benedetto)

Pro Vercelli: ufficializzato, dunque, il tesseramento di cinque acquisti (annunciati, da tempo:

Eccoli.

Giacomo Cecconi, centravanti.

Gabriele Franchino, terzino-centrale.

Giovanni Graziano, mediano-mezzala.

Raffaele Russo, alla sinistra.

Pasquale Tedone, terzino destro.

I cinque avevano esordito nell'amichevole al Piola-Robbiano, contro il Borgosesia. E avevano ben impressionato.

Vediamoli, uno per uno.


Giacomo Cecconi, centravanti che ama spaziare e all'occorrenzia puà giocare largo, a sinistra. Ha 24 anni, è alto un metro e 82.

L'anno scorso giocò 39 partite in serie C: 13 nel Rimini (realizzando una rete), 16 nell'Arzachena (6 reti).

Due anni fa con la maglia del Romagna Calcio, in serie D, totalizzò 33 presenze realizzando ben 16 gol.


Gabriele Franchino è un terzino destro che, all'occorrenza, può giocare esterno alto in un 3-5-2 o terzino sinistro in una difesa a 4. Gilardino contro il Borgosesia lo ha impiegato un tempo come centrale e un tempo come terzino sinistro. Ebbene, la prova più coinvincente l'ha fornita come centrale, e per il tempismo e per la personalità. È infatti un giocatore di esperienza. Nato a Gattinara 28 anni fa, alto un metro e 80, Franchino in 9 campionati ha totalizzato 209 partite, perlopiù in C, realizzando anche 7 reti.


Giovanni Graziano, centrocampista di 24 anni, cresciuto nelle giovanili del Torino, 30 partite l'anno scorso nel Gozzano, 28 (e 2 reti) due anni fa nel Teramo, 44 (e 2 reti) in due anni con il Renate, insomma 102 presenze e 4 gol in serie C.


Raffaele Russo, 20 anni, cresciuto nelle giovanili del Napoli, esterno alto. 22 presenze e nessuna rete l'anno scorso con la maglia dell'Abissola. La sua specialità: saltare l'uomo e crossare.


Pasquale Tedone, 20 anni, 19 partite l'anno scorso in serie D con la maglia del Cerignola. Anche lui è stato provato e valutato da mister Gilardino che, dopo la bella prestazione del giovane (è veloce e ha un attimo destro) contro il Borgosesia, ha dato il suo ok.

Ai 5 va aggiunto Lorenzo Grossi, che dopo un anno di Pro Vercelli (Grasadonia non lo utilizzò mai e lo dirottò alla Primavera di Grieco) l'anno scorso ha totalizzato 12 presenze nel Gozzano.

Senza gli indisponibili De Marino, Iezzi e Sangiorgi è ipottizabile un 4-1-4-1 con queste opzioni:

Moschin;

Franchino (Foglia, Tedone), Auriletto (Grossi), Milesi (Auriletto), Volpe (Quagliata);

Schiavon;

Azzi (Russo), Mal, Graziano (Erradi), Rosso (Della Morte);

Cecconi (Ciceri).


Con il recupero dei tre indisponibili verrebbe fuori questa formazione:
Moschin;

Franchino, Milesi, De Marino, Iezzi;

Sangiorgi;

Azzi, Mal, Schiavon, Rosso;

Cecconi.

Con Marcone in porta (ma è un sogno, Marcone ha mercato, è uno dei migliori portieri della categoria, tant'è che ha ricevuto più di una proposta) questa non sarebbe una squadra che lotta per non retrocedere; questa squadra potrebbe addirittura ambire anche ai play off.
Oddio l'organico è quello che è: un solo centravanti di ruolo con, prima riserva, un giovanissimo. Tanti esterni di valore (adattati magari nel ruolo di esterni bassi) ma pochi centrocampisti.
Potrebbe comuque ambire ai play off, ma ci vorrebbe il miracolo di un esercito di santi così da avere sempre una rosa al completo. Non sarà così, dimentichiamo santi e sogni. Tra 10 giorni si parte e Gilardino dovrà infatti fare i conti con le assenze, che possono risultare pesanti, determinanti anche. Certo: questa Pro Vercelli - e qui va dato a Varini che fa sempre con il legno che ha da ardere – è una buona Pro Vercelli piena e zeppa di giovani, promettenti speranze. Quagliata, Tedone e Ciceri possono diventare i Sangiorgi, i De Marino, i Iezzi. Ma col tempo, mica subito. Insomma, la Pro Vercelli è un gran bel frutto, acerbo però.

Remo Bassini

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore