/ Politica

Politica | 31 luglio 2019, 08:37

"Allontanamento zero": il Piemonte lavora a nuove norme sugli affidi

LE ANTICIPAZIONI DELL'ASSESSORE REGIONALE CAUCINO

"Allontanamento zero": il Piemonte lavora a nuove norme sugli affidi

“Cercheremo di mettere in atto una legge regionale, che ha come slogan allontanamento zero: i bambini verranno allontanati dal nucleo famigliare solo in caso di comprovata violenza”. Ad annunciarlo in Consiglio Regionale è l’assessore ai Bambini Chiara Caucino, durante la discussione sulla rimozione dello striscione “Verità per Bibbiano”, affisso la scorsa settimana sulla facciata della sede in Piazza Castello.

L’esponente della Giunta Cirio ha poi spiegato ai giornalisti che sembra ci sia “troppa facilità negli allontanamenti”. “In Piemonte - ha aggiunto – c’è ne sono di più rispetto alle altre Regioni: dobbiamo essere più cauti". L’assessore ha quindi spiegato che attualmente la Regione sta lavorando ad una bozza di legge sugli affidi.  “L'idea -ha precisato - è che un bambino sia allontanato dalla famiglia solo in presenza di violenza suffragata da prove certe, e che debba restare, se almeno uno dei genitori è sano e funzionale".

Caucino ha poi precisato di essere impegnata in un “tour” delle “Case famiglia perché ci sono realtà che speculano per fare soldi sulla pelle dei bambini”. “Non è un attacco politico,  - ha continuato - ma pare che ci sia un sistema di questo tipo, e se è così se ne occuperà la magistratura" "Noi dobbiamo rafforzare le commissioni dei vigilanza: c'è un solo funzionario, io ne ho chiesto altri due: se arriva una denuncia, vogliamo o no guardarla?” ha concluso l’assessore.

dal nostro corrispondente a Torino

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore