/ Politica

Politica | 29 luglio 2019, 13:19

Minori in affido: la Lega chiede relazioni annuali

DOPO "PARLATECI DI BIBBIANO" I CONSIGLIERI COMUNALI PRESENTANO UN ORDINE DEL GIORNO SUL TEMA DELL'ALLONTANAMENTO DEI BAMBINI DALLE FAMIGLIE DI ORIGINE

Alcuni dei firmatari dell'ordine del giorno

Alcuni dei firmatari dell'ordine del giorno

Dopo il flash mob "Parlateci di Bibbiano" e l'incontro sul tema dell'affido e della genitorialità, il gruppo della Lega in Consiglio comunale chiede ora che il settore Servizi sociali del Comune relazioni annualmente sul tema dei minori dati in affido.

In un ordine del giorno firmato dai consiglieri comunali Alessandro Stecco, Tullia Babudro, Martina Locca, Giovanni Fortuna, Margherita Candeli, Romano Lavarino, Francesco D'Acierno, Francesco Iacoi, Piercarla Camoriano, Donatella Demichelis e Franco Vercellino, si impegna il sindaco e la giunta "a convocare annualmente i servizi sociali presso la Commissione consiliare predisposta in materia (terza), affinché  relazionino e informino sugli affidi e la tutela dei minori
nel Comune di Vercelli; a esprimere condanna verso eventuali distorsioni e anomalie nei confronti dei diritti alla genitorialità e ai diritti dei minori; inviare il presente ordine del giorno al Presidente e alla Giunta della Regione Piemonte, oltre che alla Commissione Affari sociali della Camera". 

"L’inchiesta Angeli e Demoni - si legge in una nota che accompagna l'ordine del giorno - ha portato alla luce una realtà, prima impensabile, che necessita approfondimenti e chiarimenti anche a livello regionale. In Piemonte i minori presi in carico e collocati in affidamento familiare e nei servizi residenziali per minorenni, risultano 2500, dei quali 1397 in affidamento e 1131 in comunità. Sono dati che mostrano numeri molto alti rispetto alla media nazionale e per questo il Gruppo Consiliare Lega ha deciso di inserire nell’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale la questione affidamento e allontanamento dei minori, esprimendo così la volontà di andare avanti sulla strada della verità per il rispetto che tutti i bambini e le loro famiglie devono avere".

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore