/ Politica

Politica | 25 luglio 2019, 17:07

Consiglio comunale in diretta: si discuterà dei casi Cannata e Pozzolo

VOTATE IMPORTANTI VARIAZIONI DI BILANCIO: LAVORI ALLA CARDUCCI, PROGETTAZIONI PER STRADE E PIAZZE

Consiglio comunale in diretta: si discuterà dei casi Cannata e Pozzolo

Delle mozioni sul consigliere Cannata e sull'assessore Pozzolo si discuterà a fine dei lavori del consiglio di oggi: la proposta, del primo cittadino Andrea Corsaro, trova tutti d'accordo

Le due mozioni della minoranza sono state presentate oltre i tempi previsti. Chiedono che Cannata si dimetta anche da consigliere, e che il sindaco revochi le deleghe dell'assessore Pozzolo.

Si procede. In aula manca il consigliere Giuseppe Cannata.

Manovre tecniche (variazioni di bilancio) per incarichi professionali (150 mila euro per progettazione di piazze, strade, parcheggi ed edifici), lavori alla scuola Carducci (130 mila euro per sostituzione di serramenti ed efficientamento energetico), al Sant'Andrea.

Passa tutto con i voti della maggioranza e a volte anche di parte della minoranza.

Efficiente l'ufficio stampa della Lega Nord che, subito, invia un comunicato in merito ai giornali con un commento finale: «Un altro passo, dunque, compiuto al governo di questa città che preferisce i fatti alle parole».

Maura Forte, nei suoi interventi, rimarca sempre che «questa amministrazione beneficia delle buone condizioni economiche lasciate dalla mia amministrazione. Può quindi programmare la stagione di prosa e le iniziative estive... noi, questo, cinque anni fa non potevamo farlo».

Ribatte l'assessore Michelini: «E' vero, abbiamo trovato un avanzo di somme impegnate, ma che la precedente amministrazione non è stata in grado di spendere».

Delibera sulle nomie di aziende e partecipate: si parla di requisiti e parentele.

C'è un emendamento: presentare le candidature entro 8 giorni e non 15.

Non accettare le candidature di coloro che hanno ricevuto condanne, propone Maura Forte (che fa anche un accenno alle parentele in consiglio comunale).

Catricalà (5stelle): Perché non portare a 30 giorni per presentare il curriculum?

Un primo emendamento (delle opposizioni): escludere chi ha ricevuto condanne.

Un secondo emendamento (di Boglietti, Forza Italia): allungare i tempi (pochi gli 8 giorni previsti).

Corsaro: «Attenzione, alla incompatibilità per reati… Facciamo le cose fatte bene. D'accordissimo contro la pubblica amministrazione, ma qui si viene a escludere anche cho è stato condannato per un incidente stradale».

(Poi un attacco ai toni usati da Maura Forte che aveva detto «valutare le competenze e non dare spazio ai trombati della politica».)

Roberto Scheda: «Assolutamente d'accordo su quanto detto da Corsaro sui reati, il problema vero è prevedere reati contro la pubblica amministrazione. Va aggiunto».
Passa l'emendamento Boglietti, quello delle opposizioni (modificato, solo reati contro la Probblica amministrazione) non passa: 19 voti contrari, 10 favorevoli.

Commissioni consiliari: tutti i nominativi (ne riferiremo in altra parte del giornale).

Commissione comunale per la revisione degli elenchi dei giudici popolari di corte d’Assise e di corte d’Assise d’appello. Nomina dei due componenti.

Maura Forte propone l'avvocato Scheda.

Il capogruppo della Lega, Alessandro Stecco, propone Iacoi.

Prencipe (FI) propone Scheda.

Interviene Scheda che accetta e ringrazia, tra gli applausi.

Iacoi e Scheda, dunque, sono i nomi.

30 voti a Scheda, 24 Iacoi.

Sono le 18,23, dieci minuti di sospensione, poi si discuterà dei temi caldi "Cannata" e "Pozzolo".

 

 

rb

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore