/ Attualità

Attualità | 17 luglio 2019, 15:25

Code al Cup, alle visite mediche e all'ufficio patenti: sanità e "burocrazia" restano un problema

ANCHE QUEST'ANNO ESTATE "CALDA" PER CHI HA BISOGNO DI VISITE E PRENOTAZIONI

Code al Cup, alle visite mediche e all'ufficio patenti: sanità e "burocrazia" restano un problema

"Oggi sono stato al CUP a verificare la situazione che ieri ha visto problemi di disorganizzazione e disagio per gli utenti. In data odierna non vi erano particolari criticità, con quattro sportelli aperti. Ho voluto confrontarmi con la Direzione dell' Asl Vercelli perché certe situazioni come quella di ieri, anche prevedibili in periodo estivo di minore organico, possano verificarsi sempre di meno". In un post pubblicato sul suo profilo Facebook Alessandro Stecco, consigliere regionale e neo presidente della commissione Sanità, racconta la mattina all'Asl di Vercelli. Che, anche quest'anno, con l'arrivo della stagione estiva, ha evidenziato una serie di criticità: la riduzione dell'orario di apertura del Cup e del numero di sportelli aperti si è tradotto in code epocali per gli utenti.

"Ho avuto assicurazione che sono in corso nuove assunzioni di amministrativi essenziali per la continuità dei servizi di sportello - spiega Stecco -. Ho potuto verificare come il Cup, le infrastrutture digitali e i software gestionali necessitino di riprogettazione e aggiornamento. A mio parere inoltre, ci vorrebbe un addetto che all'ingresso possa verificare se il paziente ha davvero necessità di fare la fila o magari possa risolvere il suo problema in altro modo. Seguirò questo tema anche su scala regionale, perché ci vuole innovazione e attenzione anche in questo campo, che ancora oggi vede un modello arcaico e vetusto di funzionamento".

Un post che, neanche a dirlo, ha dato la stura a una serie di segnalazioni da parte dei cittadini: una vercellese ha fatto presente che "la patente per disabili richiede per 2 volte ore di attesa: una per ricevere i bollettini e le richieste di visite. La seconda per consegnare bollettini pagati e foto. La terza per la visita. Io credo che una fila si potrebbe risparmiare, fornendo la prima volta tutte le indicazioni e alla visita consegnare quanto richiesto". Un'altra utente ha segnalato la necessità "di ovviare al grande problema delle prenotazioni interne da regolarizzare? Oggi ho aspettato 2 ore, con 90 persona in attesa prima di me, per regolarizzare 4 infiltrazioni". E poi il grande problema delle prenotazioni online o telefoniche con le quali molti cittadini, soprattutto anziani, non hanno dimestichezza. Insomma, tanti temi "caldi" che, da tempo, attendono soluzioni efficienti e che, invece, si sono spesso scontrati con uteriori problemi legati alla carenza di personale.

 

redaz

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore