/ Cronaca

Cronaca | 16 luglio 2019, 13:02

Due ricercati in manette grazie alla collaborazione tra Arma e Comune di San Germano

UN SISTEMA DI CONTROLLI HA PERMESSO DI ARRESTARE DUE ALBANESI CHE AVEVANO CONTI APERTI CON LA GIUSTIZIA

Due ricercati in manette grazie alla collaborazione tra Arma e Comune di San Germano

Si aggiravano tranquillamente per provincia a bordo di un’autovettura con targa francese i due cittadini albanesi sui quali pendevano provvedimenti giudiziari ed amministrativi. I due, però, sono incappati nei controlli incrociati messi in atto tra l’Arma e Comune di San Germano.

L’amministrazione comunale del centro vercellese, infatti, si è recentemente dotata di un sofisticato sistema di lettura targhe che, qualora rilevi il transito di un mezzo sospetto o ricercato, comunica immediatamente con i Carabinieri, permettendone l’attivazione e l’intervento.

Così M.A., cittadino albanese 51 enne, è stato individuato e arrestato in quanto risultava destinatario di un ordine di carcerazione, per cumulo pene ammontanti complessivamente a oltre 3 anni, emesso dall’autorità giudiziaria di Parma per reati in materia di stupefacenti, ricettazione e violenza sessuale, e ristretto nella casa circondariale di Vercelli.
Il suo accompagnatore, T.G., albanese 45 enne, è stato invece arrestato poiché nonostante risultasse accompagnato alla frontiera nell’agosto del 2018 in forza del provvedimento del Prefetto di Cremona, era rientrato clandestinamente in Italia.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore