/ Cronaca

Cronaca | 26 giugno 2019, 17:50

Viaggi da incubo: l'estate nera dei pendolari vercellesi

OSTAGGIO DI CARROZZE VECCHIE, SOVRAFFOLLATE, CALDE E VITTIME DI RITARDI E DI INCIVILI

La situazione all'interno di una delle carrozze

La situazione all'interno di una delle carrozze

Ne avranno di problemi da sottoporre al nuovo assessore regionale ai Trasporti. I pendolari vercellesi (e non solo vercellesi, ovviamente...) stanno affrontando giornate cariche di problemi e di disagi.

L'incontro con il nuovo responsabile dei trasporti è stato annunciato per l'inizio di luglio, ma intanto non passa giorno senza che vengano segnalati nuovi, surreali situazioni che si verificano a bordo dei convogli.

L'elenco dei disagi segnalati nei profili Facebook di chi ogni giorno viaggia per lavoro è lunghissimo: l'aria condizionata non funziona praticamente mai e, soprattutto in questi giorni di grande caldo ogni viaggio si traduce in una sauna. Non solo: molti convogli viaggiano con due o tre carrozze chiuse, “vizietto” già segnalato in passato (soprattutto quando ci sono problemi di personale) e che crea un grave sovraffollamento nelle altre carrozze, con conseguente aumento dei disagi. Poi c'è il tema della sicurezza. “Su questi treni sale chiunque – fanno notare i pendolari, commentando un recente episodio di aggressione ai danni di un capotreno - senza che vi sia alcun controllo a terra. E anche in questo caso intemperanze e comportamenti sgradevoli sono all'ordine del giorno”. Infine i cronici ritardi e la mancanza di informazioni, con i treni fermi sotto il sole, talvolta anche a pochi metri dalle stazioni, senza che venga data alcuna spiegazione ai passeggeri “ostaggio” di qualche guasto improvviso. Una vercellese, non più tardi di martedì pomeriggio, è stata sul punto di chiamare il 112 per farsi liberare da un treno fermo sotto il sole, per 20 minuti, nei pressi di Porta Garibaldi.

Avranno davvero parecchie cose da raccontare, i pendolari vercellesi, al nuovo assessore regionale ai Trasporti.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore