/ Cronaca

Cronaca | 23 giugno 2019, 16:25

Tenta la truffa dello specchietto, ma questa volta gli va male

NEI GUAI UN 44ENNE CHE AVEVA PUNTATO UN OPERAIO

Le biglie sequestrate al truffatore

Le biglie sequestrate al truffatore

Ha tentato la truffa dello specchietto, ma, dopo la reazione della vittima, si è preso pure la denuncia da parte dei carabinieri della Stazione di Robbio Lomellina: l'accusa, per un 44enne, pluripregiudicato per fatti analoghi, è di tentata truffa.

I fatti hanno avuto inizio sabato mattina quando l’uomo aveva tentato il  raggiro nei confronti di un operaio 49enne nato a Vercelli e residente a Confienza, simulando il danneggiamento dello specchietto del proprio veicolo Fiat Doblò in Viale Gramsci a Robbio a causa di un asserito urto con la macchina della vittima, mentre le stesse si incrociavano lungo la strada.

Nella discussione nata a seguito, la vittima, che aveva accostato dopo aver sentito un piccolo tonfo contro il proprio autoveicolo, non convinta dei fatti esposti, ha prima rappresentato l’intenzione di rivolgersi alle forze dell’ordine, cosa ha messo subito in fuga il truffatore, e poi si è portata immediatamente dai carabinieri della stazione di Robbio, che, messisi subito alla ricerca dell’individuo, lo hanno rintracciato tempestivamente ancora nei pressi di Robbio.

All’uomo, sottoposto subito a perquisizione, sono state trovate nella disponibilità e sequestrate 35 biglie in metallo, utilizzate per realizzare le truffe lanciate contro le auto delle vittime, come dallo stesso ammesso.

Quanto sequestrato è stato assunto in carico e l’uomo denunciato, con contestuale proposta di foglio di via dal comune di Robbio.

dal nostro corrispondente a Vigevano

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore